Nuovo video “Acrobalance e Verticali”

Acrobalance e Verticali
Dove il costante disequilibrio ci porta a trovare l’equilibrio!
con Gabriela “Gaby” Corbo

Durata complessiva: 4 ore e 58 minuti (298 minuti).
Sintesi del video ripreso dal vivo durante il workshop tenutosi presso Mondo Troll.

Il corso si occupa delle basi dell’acrobatica in coppia ed in gruppo e delle acrobatiche di suolo in maniera funzionale per le figure di acrobalance, principalmente le verticali.

L’acrobalance è una tecnica circense che regala soddisfazioni a tutti i livelli. Nell’acrobalance esistono due ruoli: il porteur, che stando a terra fa d’appoggio ad un altro corpo, e l’agile, che grazie al porteur può sostenere il suo corpo in aria; nell’insieme essi creano figure che sfidano l’equilibrio, la gravità, la sincronia e la fiducia tra gli esecutori.

Si impara a conoscere il proprio corpo e a controllarlo. Sviluppa il lavoro in coppia e in gruppo. L’ascolto dell’altro corpo ci permette di
creare un’unità tra due corpi che si muovono in perfetta armonia. Può essere un’integrazione per danzatori, ginnasti, attori e chiunque studi tecniche corporee o semplicemente un gioco per chi ha voglia di lavorare col corpo.

DISPONIBILE SIA IN DVD CHE IN STREAMING (VIMEO)!

https://www.mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=22663

Nuovo workshop AcroYoga – 12 Ottobre 2019 – con Alessio Burini

AcroYoga
L’ACROBAZIA DEL VOLO  
Anukalana Inspired di Alessio Burini

Sabato 12-10-2019 – Mondo Troll – Vicenza

Obiettivi: Far conoscere ed insegnare l’AcroYoga, sottolineando che questa disciplina è aperta a tutti coloro che vorranno partecipare senza limiti di età. Far scoprire la loro bellezza nella forma e il profondo benessere fisico che se ne ricava dalla pratica. 

Acroyoga – Anukalana Inspired: è una disciplina divertente, intrigante ma allo stesso tempo profonda e capace di far evolvere l’individuo e la comunità. Si divide in due ramificazioni: lo “Yoga Acrobatico” e il “Volo Terapeutico” (massaggio Thai in volo).

L’ Anukalana (integrazione) è un approccio allo yoga sviluppato da Jacopo Ceccarelli, nel rispetto della natura del corpo. I principi di Anukalana, legati al movimento morbido, al corretto allineamento e, soprattutto, al respiro articolare, permettono di praticare le asana in modo così naturale e fluido che qualunque cosa tenda a bloccare il corpo viene subito portata alla luce e sciolta attraverso, appunto, il respiro e il movimento.

Yoga Acrobatico: nasce dall’unione dello Yoga e dell’Acrobatica. L’obiettivo è di formare movimenti e figure tramite il completo controllo del corpo, senza tuttavia tralasciare i principi fondamentali dello yoga: respirazione, armonia e coordinazione. Fine ultimo è quello di creare una successione di sequenze da poter esibire durante uno spettacolo, in cui il pubblico possa venire a conoscenza di queste tecniche e godere della loro bellezza. 

Volo Terapeutico: nasce dall’unione dei massaggi Thai e dello Yoga Acrobatico. 
In questo caso l’esecuzione di elementi e figure spettacolari passa in secondo piano, ed assume importanza il benessere fisico ottenuto tramite allungamenti e massaggi praticati in volo. Come nello Yoga Acrobatico, anche in questa disciplina esistono dei livelli da affrontare, per aumentare quelli che sono i benefici dati dalla pratica e dall’esecuzione. 

L’AcroYoga si pratica in coppie e piccoli gruppi, rendendo necessaria la concentrazione sul bilanciamento dei pesi, sulla sincronia del movimento e sull’equilibrio. I ruoli che i praticanti assumono e si scambiano durante la pratica sono: 

• La Base (the Base): la persona che sostiene il partner e lo fa volteggiare in aria, gli permette quindi di “volare” ed eseguire transizioni e posizioni Yoga in Volo.
• L’Agile (the Flyer): la persona che vola. 
• L’Assistente (the Spotter): la persona più importante, quella che assiste il volo e trasmette sicurezza prendendosi cura che tutto vada bene, decollo, volo e soprattutto atterraggio.

Un punto rilevante è l’assenza di competizione che questo progetto si prefissa: non deve spingere i praticanti a cercare di fare cose sempre più impegnative e spettacolari ma anzi di controllare il movimento e la respirazione come una cosa sola. Inoltre l’AcroYoga stimola l’unione e lo spirito di gruppo, la fiducia reciproca e l’autostima, oltre al benessere che il corpo riceve durante l’esecuzione, ed il potenziamento fisico.

Si consigliano vestiti comodi e tappetini da yoga.
Il numero minimo di partecipanti è 10, il numero massimo e di 20.

A fine della giornata verrà rilasciato un ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE.

Informazioni:

Quando: Sabato 12 Ottobre 2019

Dove: Presso Mondo Troll – Via Zamenhof 390 – Vicenza

Come arrivare: Ecco le indicazioni per raggiungerci dalla stazione + autobus tempo circa 30-45 minuti (se le coincidenze sono fortunate).

Dalla stazione prendere l’autobus linea 1 – direzione TORRI,
chiedere all’autista, e scendere alla fermata vicino Villaggio Americani (non caserma Ederle) – FORO BOARIO,
poi a piedi proseguire in direzione autostrada x 500 metri,
girare a destra e passare davanti a BUFFETTI e poi all’albergo ARIES, passato l’albergo girare a destra, lì inizia via Zamenhof,
proseguire per circa 2 km finchè trovi un dosso rallentatore di traffico, girare a destra e tra due capannoni, al numero civico 390 (attenzione da un lato della strada trovi i civici pari sull’altro lato i civici dispari) ci trovi (vedi anche un’insegna di tre metri con scritto MONDO TROLL).

Nel sito www.mondotroll.it trovi la piantina per arrivare a noi.
Ma di solito consigliamo di prendere un taxi dalla stazione al costo di circa 10-13 euro.

Orario: Inizio 9.30, fine 18.00. Pausa caffè mattino e pomeriggio. Intervallo per il pranzo dalle 12.30 alle 14.00

Costo: Euro 70 (chi si iscrive prima degli ultimi 30 giorni), Euro 90 (chi si iscrive gli ultimi 30 giorni) che include caffè e bevande per le pause per il partecipante. A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di frequenza al workshop. Nei mesi successivi verrà realizzato un dvd ricavato dal video della giornata e verrà posto in vendita.

Per il pranzo, Mondo Troll mette a disposizione la sala, ognuno può portarsi il proprio cibo da casa, oppure al mattino all’arrivo da noi, prenotare e pagarsi a parte una pizza, o un’insalatona o altra pietanza da una lista di un ristorante che ci consegna a domicilio. Oppure se preferisce un momento di libertà, può uscire ed andare liberamente dove preferisce.

Per chi ha necessità di alloggio:

I due hotel da cui è possibile raggiungere Mondo Troll a piedi sono Hotel Aries e Hotel Victoria.
Un B&B molto vicino dove altri iscritti si sono trovati bene è il MUMS’S B&B

Come iscriversi: 

****************

Per iscriverti clicca il pulsante qui a destra dove è scritto “Inserisci questo prodotto nel carrello” e procedi con il pagamento che preferisci.

Vai alla scheda completa del workshop qui:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=22108&osCsid=hkv8lfpq93iqi8mbp59gmu69j5

e clicca il pulsante “Inserisci questo prodotto nel carrello”

****************

Ulteriori informazioni:
– chi ha bisogno di fattura deve mandare tutti i dati fiscali (compresa p.iva e cod. fisc).
– in caso di mancata partecipazione la quota sarà restituita, dedotte 10 Euro per spese amministrative, SOLO se la disdetta arriva almeno 1 settimana prima dell’inizio del workshop.

Termine iscrizioni: Raggiunti i 20 iscritti. I posti saranno assegnati in ordine cronologico d’iscrizione.

Chi è Alessio Burini: Nasco nel gennaio del 1985 a Umbertide, piccolo comune umbro. Inizio ad avvicinarmi al mondo dell’arte circense all’età di 18 anni, approcciandomi da autodidatta alla giocoleria generale. Dopo anni di studio e perfezionamento delle tecniche passati in viaggio tra Italia e Spagna, intraprendo un percorso di creazione del personaggio e mi specializzo nelle discipline di Sfere Contact, Ruota di Cyr e verticalismo. Nel 2014 inizio la creazione del mio primo spettacolo “Il Tempo in Poesia” , che mi porta a partecipare a vari festival di artisti di strada e ad esibirmi nelle strade, piazze e teatri d’Italia e Spagna. Nel 2016 mi diplomo come istruttore di Yoga e AcroYoga presso la scuola Samadhi di Jacopo Ceccarelli e nello stesso anno nasce la compagnia Duo inVento con Chiara Gregorin. Dal 2012 in poi partecipo come direttore artistico a vari festival tra cui “Futurando” di Perugia, “AltroCioccolato” di Città di Castello e “I Passi di San Francesco” di San Sepolcro (2018). Frequentemente vengo contattato per organizzare eventi e spettacoli su richiesta di enti privati e pubblici. Durante i mesi invernali insegno le discipline circensi di cui mi occupo in varie scuole di circo, scuole di danza e palestre, instaurando così legami professionali e collaborazioni artistiche con performers di tutta Italia.

Video che mostra Alessio in azione con Acroyoga:


Nuovo workshop Cyr Wheel – Ruota d’Equilibrio con Alessio Burini – 14 Settembre 2019

SUPER PROMOZIONE: chi si iscrive entro il 14 agosto 2019:
paga solo 70 Euro!!!
Dal 15 agosto 2019 paghi la quota intera di 90 Euro.

*****
**********
L’Acrobazia del Volo
WORKSHOP di CYR WHEEL
a cura di Alessio Burini

14 Settembre 2019
 – Mondo Troll – Vicenza

Nata già all’inizio del XX secolo e presentata al grande pubblico dall’acrobata circense Daniel Cyr a partire dal 1997, la ruota di Cyr (principalmente conosciuta come “monoruota”) è un strumento di equilibrio a forma di anello, di ferro, acciaio o alluminio, con un diametro che varia tra i 10 e i 15 cm in più rispetto all’altezza del praticante. Si può utilizzare in una, due o tre persone, cercando un unico equilibrio. L’obiettivo è insegnare a condurre la ruota standovi all’ interno, appoggiandovi mani e piedi e guidandola in una vorticosa danza. L’idea di girare ininterrottamente può sembrare strana a molte persone, ma in realtà il giro aumenta l’equilibrio e stimola la coordinazione, crea benessere e felicità nel sentirsi liberi e svincolati da una posizione fissa. Man mano che la tecnica migliora, volare nella Cyr Wheel diventa sempre più divertente ed entusiasmante e, nonostante la fatica fisica e la difficoltà nell’apprendere questa complicata arte, l’emozione di ogni piccolo passo riuscito supera e abbatte qualsiasi ostacolo iniziale. Ogni movimento unisce danza e acrobatica, si pensi infatti al passo base denominato appunto “Valzer”. Il risultato è un’esecuzione armoniosa ed elegante, che dà al pubblico un’incredibile ed inverosimile sensazione di volo. 

WORKSHOP:

Il Workshop di Cyr Wheel è adatto a chi vuole imparare o semplicemente provare questo strumento, a chi desidera migliorare e perfezionare le conoscenze di cui è già in possesso, ed aumentarle aggiungendo nuovi passi e nuove acrobazie. 

Le lezioni sono suddivise in teoria e pratica, nelle quali si affronteranno i principi basilari e le tecniche primarie per imparare ad entrare in confidenza con la Cyr Wheel. Le lezioni teoriche sono svolte con l’ausilio di files multimediali creati dall’insegnante ad hoc, mentre durante la pratica i partecipanti possono approfittare di riprese video per potersi riguardare ed eventualmente correggersi. Il materiale sarà reso disponibile alla fine del corso, a richiesta.  

Spiegazione dei principi della Cyr Wheel, della tecnica di base, studio dell’impostazione e della postura del corpo. Ricerca dell’equilibrio con la ruota, lanci, pratica dei passi base.

Il corso prevede un minimo di 10 ed un massimo di 12 partecipanti. 

Si consigliano vestiti comodi, scarpe da ginnastica e tappetino di yoga.
Protezioni quali ginocchiere, gomitiere, caschetti, ecc..

STRUMENTI: Le Ruote saranno fornite dall’Insegnante.

A fine della giornata verrà rilasciato un ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE.

Informazioni:

Quando: Sabato 14 Settembre 2019

Dove: Presso Mondo Troll – Via Zamenhof 390 – Vicenza

Come arrivare: Ecco le indicazioni per raggiungerci dalla stazione + autobus tempo circa 30-45 minuti (se le coincidenze sono fortunate).

Dalla stazione prendere l’autobus linea 1 – direzione TORRI,
chiedere all’autista, e scendere alla fermata vicino Villaggio Americani (non caserma Ederle) – FORO BOARIO,
poi a piedi proseguire in direzione autostrada x 500 metri,
girare a destra e passare davanti a BUFFETTI e poi all’albergo ARIES, passato l’albergo girare a destra, lì inizia via Zamenhof,
proseguire per circa 2 km finchè trovi un dosso rallentatore di traffico, girare a destra e tra due capannoni, al numero civico 390 (attenzione da un lato della strada trovi i civici pari sull’altro lato i civici dispari) ci trovi (vedi anche un’insegna di tre metri con scritto MONDO TROLL).

Nel sito www.mondotroll.it trovi la piantina per arrivare a noi.
Ma di solito consigliamo di prendere un taxi dalla stazione al costo di circa 10-13 euro.

Orario: Inizio 9.30, fine 18.00. Pausa caffè mattino e pomeriggio. Intervallo per il pranzo dalle 12.30 alle 14.00

Costo: Euro 70 (chi si iscrive prima degli ultimi 30 giorni), Euro 90 (chi si iscrive gli ultimi 30 giorni) che include caffè e bevande per le pause per il partecipante e la/il modella/o. A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di frequenza al workshop. Nei mesi successivi verrà realizzato un dvd ricavato dal video della giornata e verrà posto in vendita.

Per il pranzo, Mondo Troll mette a disposizione la sala, ognuno può portarsi il proprio cibo da casa, oppure al mattino all’arrivo da noi, prenotare e pagarsi a parte una pizza, o un’insalatona o altra pietanza da una lista di un ristorante che ci consegna a domicilio. Oppure se preferisce un momento di libertà, può uscire ed andare liberamente dove preferisce.

Per chi ha necessità di alloggio:

I due hotel da cui è possibile raggiungere Mondo Troll a piedi sono Hotel Aries e Hotel Victoria.
Un B&B molto vicino dove altri iscritti si sono trovati bene è il MUMS’S B&B

Come iscriversi: 

****************

Vai alla scheda completa del workshop qui:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?cPath=625&products_id=22107&sort=1a

e clicca il pulsante “Inserisci questo prodotto nel carrello”

****************

Ulteriori informazioni:
– chi ha bisogno di fattura deve mandare tutti i dati fiscali (compresa p.iva e cod. fisc).
– in caso di mancata partecipazione la quota sarà restituita, dedotte 10 Euro per spese amministrative, SOLO se la disdetta arriva almeno 1 settimana prima dell’inizio del workshop.

Termine iscrizioni: Raggiunti i 12 iscritti. I posti saranno assegnati in ordine cronologico d’iscrizione.

Chi è Alessio Burini: Nasco nel gennaio del 1985 a Umbertide, piccolo comune umbro. Inizio ad avvicinarmi al mondo dell’arte circense all’età di 18 anni, approcciandomi da autodidatta alla giocoleria generale. Dopo anni di studio e perfezionamento delle tecniche passati in viaggio tra Italia e Spagna, intraprendo un percorso di creazione del personaggio e mi specializzo nelle discipline di Sfere Contact, Ruota di Cyr e verticalismo. Nel 2014 inizio la creazione del mio primo spettacolo “Il Tempo in Poesia” , che mi porta a partecipare a vari festival di artisti di strada e ad esibirmi nelle strade, piazze e teatri d’Italia e Spagna. Nel 2016 mi diplomo come istruttore di Yoga e AcroYoga presso la scuola Samadhi di Jacopo Ceccarelli e nello stesso anno nasce la compagnia Duo inVento con Chiara Gregorin. Dal 2012 in poi partecipo come direttore artistico a vari festival tra cui “Futurando” di Perugia, “AltroCioccolato” di Città di Castello e “I Passi di San Francesco” di San Sepolcro (2018). Frequentemente vengo contattato per organizzare eventi e spettacoli su richiesta di enti privati e pubblici. Durante i mesi invernali insegno le discipline circensi di cui mi occupo in varie scuole di circo, scuole di danza e palestre, instaurando così legami professionali e collaborazioni artistiche con performers di tutta Italia.

Video di cosa proveremo al corso:


nuovo workshop di Kamishibai racconti in Valigia il 7 settembre 2013 con Paola Maria Ciarcià

di Paolo

abbiamo organizzato per sabato 7 settembre 2013 il workshop “Kamishibai – Racconti in Valigia” con Paola Maria Ciarcià.

kamishibai mondo troll
kamishibai mondo troll

Il racconto in valigia si ispira al kamishibai, dal giapponese kami (carta) e shibai (teatro); un teatro itinerante di immagini e di parole che ebbe grande diffusione in Giappone fra il 1920 e il 1950. Il narratore si spostava in bicicletta di villaggio in villaggio portando sul portapacchi una cassetta di legno il butai simile ad una cartella scolastica. Una volta aperta si trasformava nel proscenio di un teatrino sul fondo del quale scorrevano le immagini di personaggi e ambienti disegnati su cartoncini rettangolari. La voce del narratore raccontava storie che avevano come protagonisti animali, mostri, personaggi fantastici e bambini. Per dare maggior ritmo alla narrazione il cantastorie suonava strumenti a percussione e piccoli gong che appunto contrassegnavano i momenti più intensi del racconto. Questa semplice tecnica di narrazione itinerante che ci perviene da paesi lontani, affascina non solo per L’intensità degli effetti scenici ma anche per L’immediatezza con cui è possibile realizzare immagini. Si presta a essere utilizzata per la messa in scena di una fiaba, di una leggenda o ancor meglio per la rielaborazione e il rifacimento di una storia tratta da un libro. Come contenitore di storie è uno straordinario strumento per l’animazione alla lettura e per fare teatro minimo a scuola, in biblioteca, in ludoteca, a casa. E’ un invito al piacere di leggere un teatro che non sale in cattedra ma la usa come luogo scenico creando un forte coinvolgimento tra attori e pubblico.

Programma della giornata:

1. Breve introduzione sulla storia del Kamishibai e approfondimenti per l’utilizzo del kamishibai come teatrino delle ombre e per trasformare una lezione scolastica in racconto

2. La storia : invenzione del testo, la sequenza narrativa, il menabò
Attraverso tecniche di scrittura creativa rodariane si procederà alla stesura di un testo. Verranno individuate le sequenze e impostate le corrispondenti illustrazioni.

3. Le immagini: progettare e realizzare le tavole illustrate
Preparazione delle tavole illustrate in questa fase verranno dati suggerimenti di inquadratura e scelta dei soggetti da rappresentare. Si utilizzeranno per la realizzazione delle immagini la tecnica del collage a strappo o ritaglio con carta tempera e con carta nera e tonale.

4. Narrare: tempo, ritmo e voce
Il percorso prevede la rappresentazione delle storie prodotte in modo da poter sperimentare e provare le modalità di lettura e di modulazione della voce, compresi piccoli accorgimenti sonori, coloriture musicali che serviranno a sottolineare i vari passaggi dell’animazione teatrale.

Come si usa il Kamishibai

Per impaginare e leggere un racconto-kamishibai, il narratore inserisce nella fessura laterale del butai , cioè del teatrino di legno, le illustrazioni. Aprendo il teatro e posizionandolo in modo che tutto il pubblico veda le illustrazioni, il kamishibaya legge il racconto da dietro e fa scorrere la prima tavola dietro all’ultima. Ogni immagine è numerata sul retro, affinchè quest’ultima appunto, possa avere sempre il testo corrispondente e progressivo nell’ultima tavola. Così proseguendo si da ritmo alla narrazione. Il kamishibai permette inoltre di creare un’atmosfera magica, soprattutto se si cura il suo allestimento nei particolari. Ad esempio una luce soffusa, una musica di sottofondo contribuiscono ad attirare l’attenzione sul racconto.
Proprio per le sue ridotte dimensioni il pubblico deve essere poco numeroso e raccolto intorno al teatrino e al narratore: per questo sono ottimali luoghi protetti dal rumore, quali librerie, biblioteche, aule scolastiche, case private, angoli di giardino.
Creata l’atmosfera ecco il momento dell’apertura della valigia: si richiede silenzio assoluto e che la storia abbia inizio!

Verrà rilasciato un doppio attestato di partecipazione da parte di Edizioni Artebambini ente accreditato MIUR e da parte di Mondo Troll

Qui la scheda completa del workshop:

http://mondotroll.it/catalog/workshop.php?id=152

commenti e foto del workshop Come creare spettacoli da strada di sabato 29 settembre 2012 con Peter Weyel

di Paolo

Sabato 29 settembre 2012 si è tenuto il secondo workshop di Peter Weyel. Il primo era stato fatto il giorno prima. Questi i commenti dei partecipanti:

un genio

molto bello, ovviamente merita più giorni. Chiaro e simpatico.

Stupendo e coinvolgente.

Ottimo, molti spunti interessanti

Interessante, buoni spunti.

Opportunità.

PER VEDERE LE FOTO:

http://mondotroll.it/gallery/main.php/v/comecrearespettacolidastrada29/?g2_enterAlbum=1

Gli artisti di strada a Vicenza hanno il ViaLibera

di Paolo

finalmente gli artisti di strada possono esibirsi liberamente e senza burocrazia a Vicenza. Ecco L’articolo con tutti i dettagli, tratto da “Il Giornale di Vicenza” che spiega la nuova delibera del sindaco Variati che liberalizza la possibilità da parte di chiunque di esibirsi nella città di Vicenza.

Gli artisti di strada hanno ViaLibera

LA NOVITÀ. Variati ha firmato un’ordinanza in vigore fino al 31 ottobre per liberalizzare il fenomeno: niente performance a pranzo e dopo le 23. Musicisti, giocolieri e ballerini potranno esibirsi nelle piazze senza richiedere autorizzazioni Con orari e tempistiche definite.

Ballerini, musicisti, giocolieri e anche mimi. Le vie e le piazze di Vicenza sono pronte a diventare un palcoscenico a cielo aperto. D’ora in poi chiunque potrà esprimere il suo talento senza vincoli o passaggi burocratici. Achille Variati, con un colpo annunciato, ha firmato un’ordinanza sperimentale che consentirà fino alla fine di ottobre agli artisti di strada di esibirsi in libertà, compenso compreso. PORTE APERTE. La città del Palladio diventerà il teatro dell’improvvisazione. Il documento è stato firmato venerdì dal primo cittadino ed è entrato in vigore ieri «e resterà valido fino al 31 ottobre». Il primo cittadino parla di una «iniziativa col sorriso per rendere più viva e attraente la città, anche durante la grande mostra». NIENTE BUROCRAZIA. Avete voglia di imbracciare la chitarra e piazzarvi a suonare all’ombra della Basilica? «Via Libera», riprendendo il nome che Variati ha voluto dare all’ordinanza. Non servirà alcun documento tantomeno autorizzazioni. Basterà portare con sé lo strumento e scegliere il posto che si preferisce. «Abbiamo eliminato tutte quelle procedure burocratiche che rappresentano un costo e un ostacolo». Tra queste la richiesta scritta al Comune con 24 ore di anticipo, alquanto infattibile per gli artisti di strada che vengono da fuori città, la marca da bollo e altri documenti. VINCOLI. Libertà totale; o quasi. Già, perché gli artisti di strada dovranno comunque rispettare alcuni vincoli precisi stabiliti dall’amministrazione. Ballerini, musicisti, mimi, giocolieri, madonnari, ritrattisti e saltimbanchi potranno sì esibirsi il libertà in tutto il territorio – isole pedonali e parchi compresi – ma dovranno rimanere distanti da case di riposo, ospedali, scuole durante lo svolgimento delle lezioni e luoghi di culto durante le funzioni religiose. ORARIO. Limiti di spazio ma soprattutto di tempo. I buskers, come vengono definiti, potranno mettere in scena la performance dalle 9 alle 14 e dalle 15.30 alle 23. Attenzione anche alla durata. Non si potrà rimanere più di tre ore nello stesso luogo. Una volta scattato il minuto 180 gli artisti dovranno spostarsi in un altro luogo a distanza non inferiore a 150 metri. ALTRE NORME. Il decalogo vieta di esibirsi in concomitanza di concerti, spettacoli, esposizioni organizzate da enti pubblici o privati autorizzati dal Comune. Si dovranno rispettare le norme di igiene, inquinamento acustico e si dovrà prestare attenzione a non impedire la visione di panorami o monumenti. È indispensabile non utilizzare animali durante gli spettacoli. Infine, non si potranno usare amplificatori, tantomeno palcoscenici o sedute per il pubblico. SANZIONI. «In caso di violazione di queste regole che abbiamo stabilito – spiega il sindaco Variati – i trasgressori verranno informati dalla polizia locale che li inviterà successivamente a cessare il comportamento». Solamente nel caso in cui ciò non avvenisse, e quindi gli artisti continuassero, si potrà incorrere in una sanzione compresa dai 25 ai 500 euro. NI.NE.

Workshop Come creare spettacoli da strada con Peter Weyel 29 settembre 2012

di Paolo

abbiamo organizzato un nuovo interessante workshop per sabato 29-09-12 presso la nostra sede: “Come creare spettacoli da strada” con Peter Weyel.

Come creare spettacoli da Strada
Presenza e contatto con il pubblico per lo spettacolo in piazza

Sabato 29 Settembre 2012 Vicenza – con Peter Weyel

In parole semplice, come fare cerchio, come tenere il pubblico e come fare cappello. Lo stage si rivolge a tutti coloro che fanno spettacolo in strada o hanno intenzione di farlo. Si lavora sul contatto col pubblico in strada. In che modo attiro L’attenzione? Come tengo L’attenzione e come mi faccio pagare volontariamente?

Programma della giornata:

I partecipanti ricevono istruzioni e consigli su come instaurare in strada un contatto con il pubblico e su come svolgere uno spettacolo in modo talmente interessante, che lo spettatore dimentica le sue intenzioni originarie e si lascia coinvolgere da un’esibizione inaspettata.

Si lavora con le abilità e le conoscenze portate dai partecipanti. Alla mattina è prevista una preparazione fisica con esercizi della scomposizione. Inoltre vengono introdotti i principi del metodo Alexander, con il quale è possibile percepire in che modo agiamo e come è possibile cambiare le cose che vogliamo cambiare in un modo molto semplice. Inoltre è previsto durante lo stage di provare i risultati davanti al pubblico degli allievi, vuol dire provare almeno una volta dal vivo: Fare cerchio, tenere il pubblico, chiedere soldi.

Cos’ è il metodo Alexander:

Inventato dall’Australiano F.M. Alexander. Lui stesso era un attore che aveva il problema di perdere la voce mentre recitava. Osservandosi, ha scoperto che sul palco usava il suo corpo in un modo scorretto. La sua osservazione lo portò alla scoperta, che non faceva quello che credeva di fare. Con il metodo Alexander è possibile percepire quali sono le nostre abitudini e come usiamo il nostro corpo. Una volta capito come reagiamo agli stimoli come ad esempio allo stimolo di voler essere bravi sul palco, possiamo applicare il principio della inibizione.

Il principio della inibizione dice che possiamo imparare a non reagire immediatamente. Quando si interrompono le solite abitudini di stimolo-risposta è possibile scoprire tante altre possibiltà, di cui spesso non ci rendevamo conto sia sul palco, sia nella vita quotidiana. Il metodo Alexander parte dalla osservazione di come usiamo il nostro corpo, che riflette sempre anche il nostro modo di pensare.

Peter Weyel: Da circa 25 anni faccio spettacolo di strada, nel 1990 ero membro del circo belga d’avanguardia “Amnesia”. Dal 1992 al 1997 ho fatto parte del trio comico artistico “Fatal Banal”. Dal 1997 al 1999 sono andato in tourneé con il circo/teatro svizzero “Balloni”. Dal 2000 giro con il mio spettacolo solista per i festival, soprattutto in Germania e in Italia. Dal 2001 propongo stage: Come fare spettacolo in strada.
Per dieci anni ho preso lezioni del metodo Alexander, dal 2008 ho iniziato ad insegnare il metodo Alexander, al momento mi sto laureando per insegnare L’applicazione. La conoscenza del metodo Alexander ha cambiato il mio approccio a come fare spettacolo e non solo ad esso. Al momento cerco di inserire i principi nel mondo dell’Arte di strada, dove finora non è tanto conosciuto. Il metodo Alexander viene usato da molti artisti nel mondo della musica, della danza e del teatro.

Lo spettacolo di strada di Peter Weyel gira da più di vent’anni per i festival di teatro di strada in tutta L’Europa. Apparentemente di pessimo umore, Peter Weyel presenta un fuoco d’artificio di spettacolo artistico. Il contatto diretto con il pubblico, che si crea come per caso, si sviluppa in una performance travolgente, nella quale gli spettacolari trucchi vengono presentati imprevisti e come casualmente. Un piatto rotto, una tigre ammaestrata e biancheria intima all’iultima moda, portano lo spettatore a domandarsi se Peter Weyel è pazzo oppure geniale. Sicuramente non è uno spettacolo ordinario, ma di sicuro è una esibizione che diventa materia di discussione ad ogni festival e lascia ogni volta tanti spettatori entusiasti. Lo spettacolo di Peter Weyel ha vinto diversi premi: 1° premio al Festival La Strada di Augsburg, 1° premio al Festival Bamberger Haendchen di Bamberg, 1° premio al Festival Gaffenberg di Heilbronn nella sezione Comedy, 1° premio al Festival Giessener Schwaetzer di Giessen.

Maggiori informazioni per iscriversi:

http://mondotroll.it/catalog/workshop.php?id=133

8° Festival internazionale artisti di strada – Martesana 1-25 settembre 2011

di Paolo

E’ in corso il Festival Internaziona degli Artisti di Strada di Martesana. E’ un festival realizzato da più comuni nella provincia di Milano.

Attori e cantastorie. Acrobati e giocolieri. Saltimbanchi e burattinai. Musicisti e gruppi tradizionali etnici.

Martesana in Piazza, il più importante festival intercomunale d’Italia, è giunta alla sua ottava edizione. Il festival prevede 11 comuni partecipanti, Pioltello, Cernusco SN, Melzo, Vimodrone, Cassina de Pecchi, Carugate, Bussero, Inzago, Vignate, Rodano e Liscate che hanno, per ottimizzazione dei costi, scelto di collocare tutta la manifestazione nel mese di settembre 2011. Questa edizione è all’insegna degli artisti Italiani e dei gruppi musicali. In occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia, la Direzione Artistica ha voluto anch’essa rendere omaggio dando spazio all’iArte di strada quasi esclusivamente italiana. L’ottava edizione vede anche un incremento di proposte musicali che spaziano dal folk allo swing, al rock a billy.

Questo il programma.

GIOVEDI’ 1 SETTEMBRE : INZAGO (sera dalle ore 21:00)
SABATO 3 SETTEMBRE: CERNUSCO SN. (pomeriggio dalle ore 17:00) e VIGNATE (sera dalle ore 21:00)
DOMENICA 4 SETTEMBRE: VIGNATE e RODANO (pomeriggio dalle ore 16:00), INZAGO (sera dalle ore 21:00)
VENERDI’ 9 SETTEMBRE: LISCATE e VIMODRONE (sera dalle ore 21:00)
SABATO 10 SETTEMBRE: LISCATE e CASSINA DE PECCHI (sera dalle ore 21:00
DOMENICA 11 SETTEMBRE: VIMODRONE e RODANO (pomeriggio dalle ore 16:00)
VENERDI’ 16 SETTEMBRE: CARUGATE e MELZO (sera dalle ore 21:00)
SABATO 17 SETTEMBRE: MELZO (pomeriggio dalle ore 16:00) e PIOLTELLO (sera dalle ore 21:00)
DOMENICA 18 SETTEMBRE: PIOLTELLO, CARUGATE e CASSINA DE PECCHI (pomeriggio dalle ore 16:00)
SABATO 24 SETTEMBRE: CERNUSCO SN. (pomeriggio dalle ore 16:00) e BUSSERO (sera dalle ore 21:00)
DOMENICA 25 SETTEMBRE: BUSSERO (pomeriggio dalle ore 16:00)

Qui il link per approfondire.

Festa del Fuoco di Stromboli: 27 agosto – 10 settembre 2011

di Paolo

è in corso a Stromboli la Festa del Fuoco.

Questo il video dell’evento dello scorso anno:

Qui la descrizione della festa che dura 2 settimane:

Stromboli, la più lontana delle sette perle dell’arcipelago eoliano e vulcano più attivo d’Europa, è dal 2008 fonte di ispirazione per una festa unica, la Festa del Fuoco.

Questa festa rappresenta la celebrazione dell’elemento fuoco e degli innumerevoli modi coi quali l’uomo può creativamente utilizzarlo.
La manipolazione del fuoco è certamente una volontà tipicamente umana, è fra le prime abilità che distinguono l’uomo da qualsiasi altro mammifero.

Stromboli, dal cuore incandescente di lava, e i suoi crateri attivi eruttanti lapilli infuocati più volte al giorno, è il luogo idealmente predestinato per ospitare questo evento, perfetto per l’esibizione, l’esplorazione, l’interscambio e la diffusione delle arti del fuoco.
Le sue notti incontaminate, senza le fonti di inquinamento luminoso dei lampioni stradali, permettono emozionanti spettacoli  di un cast di artisti internazionali, qui riuniti ogni anno a fine estate, per creare sculture e performance fra danza e fuoco.

Per due settimane, ogni estate, appena passata l’inevitabile frenesia, solita nell’alta stagione, Stromboli diventa quindi la dimora di una folta comunità di talenti internazionali.
Gli artisti e il pubblico hanno la possibilità di esplorare insieme le meraviglie del fuoco e del paesaggio, lasciandosi contaminare dalla spontanea energia mistica dell’isola.
Questa magia, frutto del contatto intimo fra gli artisti e la comunità isolana che li ospita, permette fruttuosi scambi fra le più diverse esperienze.
Oltre al ricco programma di spettacoli già confezionati da compagnie e singoli artisti, nascono, nell’evolversi della festa, nuove collaborazioni frutto di improvvisazioni e incredibili coincidenze, indispensabili per creare la tradizionale performance collettiva finale, dedicata all’isola e a tutti gli amici della Festa del Fuoco.

La Festa del Fuoco dà la possibilità agli artisti ospiti, di organizzare laboratori per l’infanzia, spazi di incontro straordinari fra tutti i bambini sia ospiti che residenti, incoraggiandoli alla scoperta del movimento fisico e alla creatività del corpo.
Grazie ai laboratori, i bimbi diventano parte importante della Festa, creatori di decorazioni e installazioni,  e partners degli artisti nelle performance.

La Festa del Fuoco di Stromboli vuole essere una fonte di arricchimento culturale  per l’isola, contribuendo a fornire un’occasione in più per poterla visitare in un periodo meno affollato di turisti, potendone cogliere non solo la naturale bellezza e fascino, ma lasciandosi coinvolgere da spettacoli ipnotizzanti e innovativi, alimentando la magia eterna del fuoco.

http://www.festadelfuocostromboli.com/

Trento Juggling Convention: 2-3-4 settembre 2011

di Paolo

tra pochi giorni si terrà L’ottava Convention Trentina di Giocoleria.

Quest’anno la manifestazione durerà un giorno in più! Il 2, 3 e 4 settembre 2011 si terrà a Trento presso il Centro Sportivo Argentario di Cognola (Trento) la VIII edizione di Convention Trentina di GiocoleriaTJC2011? (con possibilità di campeggio dalla sera del 2 settembre).

Nella tradizione delle migliori convention di giocoleria ci sarà spazio per:

allenamento in palestra (aperta veramente 24h!);

corsi e workshop;

spettacoli:

OpenStage venerdì sera

Fire Showesibizioni libere di giocoleria con strumenti infuocati

il Gran Gala di giocoleria, nella serata di sabato 3

Renegade Show !!!

le giocolimpiadi in piazza nel pomeriggio della domenica, con partenza in parata dal Centro Sportivo alle ore 13.00;

Inoltre saranno adibite delle apposite aree:

Info Point;

Area Monociclo: percorso ad ostacoli per monociclisti;

Area shops;

Area fuoco;

Qui maggiori informazioni:

http://www.giratutto.org/

Tutti matti per Colorno: Festa Internazionale di Circo e Teatro di Strada – 2-3-4 settmebre 2011

di Paolo

a Colorno il 2-3-4 settembre 2011 è stata organizzata la Festa Internazionale di Circo e Teatro di Strada.

Les ApostrophesFrancia – Circo contemporaneo

Una delle realtà più significative di circo contemporaneo francese, la compagnia basa il suo lavoro sullo studio di movimento, manipolazione di oggetti, danza e musica, in chiave comico-poetica.

El Grito in 20 Decibel – Belgio – Circo contemporaneo

20 Decibel è una esplosione di fantasia e libertà, un viaggio in un universo dove acrobazie aeree, colpi di pistola, danze e giocolerie non devono prevalere su immagini e suoni più tenui.

Haferflocken Swingers – Germania – Musica

Haferflockenalla lettera Fiocchi d’avena vicini alle radici del Jazz, hanno iniziato giocando con le melodie della tradizione di New Orleans, in un’atmosfera Punk/Rock Berliner, ed hanno sviluppato così un suono proprio.

Compagnia Eia in Capas – Spagna – Circo contemporaneo

Dopo il grande successo ottenuto in Francia e Spagna, ecco Capas, energia e poesia, con danza, acrobatica e musica dal vivo. Piccole storie che attraversano un grande armadio imponente, al centro della scena.

Guixot de 8 – Spagna – Giochi di abilità

Arte del recupero e immaginazione, ospiti fissi di Tutti Matti per Colorno, i Guixot de 8 di Joan Rovira festeggiano anche con noi i loro 20 anni di attività.

Piano C in …Senza Che? – Piano CItalia – Circo contemporaneo

Spettacolo vincitore del concorso FNAS CANTIERI DI STRADA 2010

Una scena semplice, poche cose, scatoloni di cartone, un bidone, un marciapiede…. un angolo di strada. Come ci si può divertire senza possedere nulla?

This Maag – Svizzera – Teatro di strada

Caoscomedy con certificazione EU di caoscomedy, ogni spettacolo è come nessun altro. Uno spettacolo da non perdere, se lo perdete avete perso qualcosa…

Murmuyo y Metralleta – Teatro gestual de ChileCile – teatro di strada

Sono davvero imprevedibili, sicuramente la presenza più folle dell’edizione 2011, e sarà difficile dimenticarli, Murmuyo y Metralleta, in una performance irrestistibile… attenzione tra le automobili in transito.

Roaring Emily Band – Italia – musica

Dixiland, swing, jazz, sei i musicisti che compongono questa band dal repertorio incontenibile…

Saeed Fekri Iran – Mimo

Si esibisce in piazze, teatri e televisioni, ha esportato il suo spettacolo nelle Americhe, Saeed trae ispirazione dalla grande tradizione del mimo, da Totò a Marceau e Chaplin…

Ca’ luogo d’arte in L’inevitabile Sfida di Don Chisciotte e Sancio Panza – Don ChisciotteItalia – Teatro comico

In un borgo della mancia che non voglio ricordarmi come si chiama, viveva un nobiluomo con lancia nella rastrelliera e un vecchio scud, un magro ronzino e un levriere da caccia…

Teatro Necessario in Nuova Barberia Carloni – Nuova Barberia CarloniItalia – Clown Musica

Un’antica barberia e tre musicisti determinati a restituirla ai fasti di un tempo, quando il barbiere cantava, serviva da bere, consigliava… in poche parole, intratteneva i suoi ospiti. E, naturalmente, faceva barba e capelli.

Qui maggiori dettagli:

http://www.tuttimattipercolorno.it/

RitterSpiele: Giochi Medievali Altoadige 19-21 agosto 2011

di Paolo

a Sluderno offre anche quest’anno dal 19. – 21. Agosto 2011 il palcoscenico ideale per i Giochi Medievali dell´Alto Adige. Nel pianoro gravido di storia che si estende fra Castel Coira, la rovina di Montechiaro, Castel Principe e L’abbazia benedettina di Monte Maria, spettacolari combattimenti e singolar tenzoni faranno trattenere il respiro a miriadi di spettatori. Giochi, musica, animazione, spettacoli, mercato e cibi medievali.

TORNEI CAVALLERESCHI

Si incrociano le spadesi spezzano le lancenobili cavalieri in sella a destrieri combattono per onore e fama

Tornei spettacolari e scene di battaglia incantano qualsiasi spettatore. Guardate come le lance si sbriciolano contro la corazza dell’avversario e come poi i due contendenti proseguono a terra la lotta a fil di spada, cavalli che galoppano attraverso le fiamme, scudieri che vengono trascinati di peso e nobili cavalieri che si affrontano per nobili o meno nobili cause.

CONCERTI

Abinferis (A) – sabato + domenica

Arcus (CZ) – ogni giorno

IL PALIO MEDIEVALE: “LA SFIDA”

Leggi tuttoRitterSpiele: Giochi Medievali Altoadige 19-21 agosto 2011

1^ Convention di Fuocoleria ed Arti Circensi – Pelago (FI) 2-3 luglio 2011

di Paolo

1^ convention di Fuocoleria ed Arti Circensi a Pelago (FI) – 2-3 luglio 2011

Durante L’intera giornata di sabato 2 luglio, al palasport di S. Francesco, gli artisti si dedicheranno allo scambio di competenze artistiche e tecniche. Dal tardo pomeriggio, gli artisti si riverseranno nel lungosieve dove, nella meravigliosa coreografia del mercato lungo via Molino, coinvolgeranno San Francesco con numerosi spettacoli di cui parte del cappello sarà devoluta a sostegno dell’associazione “Soccorso Clown” specializzata nella clown terapia e operante all’iospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Domenica 3 luglio tutto si sposterà in piazza Ghiberti a Pelago dove dalla mattina al pomeriggio i laboratori saranno aperti alla partecipazione del pubblico e si volgeranno fra i giardini, le piazze ed i suggestivi vicoli di Pelago; trasformando il paese in un vivo e creativo laboratorio a cielo aperto. Nella serata gli spettacoli invece coinvolgeranno tutti gli angoli e le piazze del paese per concludere il Pelago Onde Rotte con un clima di festa collettiva.

Programma

Sabato 2 luglio – San Francesco

Iº Convention di Fuocoleria e Arti Circensi: artisti e aspiranti provenienti da tutta Italia si ritroveranno dal venerdì e durante L’intera giornata di sabato al palasport di S. Francesco, dove si dedicheranno alla formazione ed allo scambio di competenze artistiche e tecniche, provando anche a tratteggiare le linee della fuocoleria come nuova disciplina artistica di strada, ma sopratutto per rilanciare questo appuntamento trasformando Pelago in un polo formativo e artistico.

Dal primo pomeriggio: Inizio del Mercatino artigianato – prodotti tipici – oggettistica da Piazza Unità d’Italia, attraverso Via Molino fino a Piazza Verdi

Dalle 19.00 inizio degli spettacoli degli artisti nelle varie zone del centro, fino alle ore 24.00.

Domenica 3 luglio – Pelago

Dalle prime ore del mattino: inizio del mercatino artigianato – prodotti tipici – oggettistica

Ore 10.00 inizio laboratori aperti fino alle ore 18.00

Ore 19.00 inizio degli spettacoli lungo le strade e le piazze del centro storico di Pelago fino alle ore 23.00

spettacoli con:

“La Compagnia dei Fuocolieri” (fuocoleria, teatro di strada, animazione)
Circo Tascabile (clownerie e circoteatro)
Giullari Fiorentini (clownerie)
Giulivo Clown (clownerie)
TeatrAzione (fuocoleria)
Unnico cdf (teatro di strada)
Manada del Fuego (musica e fuocoleria)
Arianna D’ambrini (teatro in strada)
Soccorso Clown (clownerie itinerante)

Il nuovo festival è a cura dele associazioni del Comune, da cui si è costituito un comitato locale di gestione partecipata, il “Comitato On the road Pelago”

Qui altri dettagli:

http://www.pelagoonderotte.it

Il Festival D’Avignon è alla sua 65 ^ edizione nel 2011.

di Paolo

è il più grande e famoso festival internazionale di spettacolo vivente contemporaneo. Artisti e gruppi da tutto il mondo si ritrovano ad Avignone, in Provenza, nel sud della Francia in tutto il mese di luglio. 5000 artisti professionisti, 450 giornalisti, 150.000 biglietti di spettatori paganti, da 35 a 40 spettacoli ripetuti in 300 rappresentazioni. E questi sono gli artisti ufficiali, ma poi c’è un enorme corollario di spettacoli organizzati nelle strade e nelle piazze di tutta la città. Insomma da vedere.

http://www.festival-avignon.com/

Marco Cardona (il saraceno): fachiro e mangiatore di spade

di Paolo

Marco Cardona è un fachiro italiano molto attivo e specializzato tra le altre cose come “mangiatore di spade”. E non sono in molti in Italia.

Questo è come lui si descrive:

Marco Cardona è il fachiro mangiatore di spade, L’uomo che gioca con il fuoco, che salta sui cocci di bottiglia, che si lancia ad infrangere lastre di vetro; che domina il pubblico con le sue stupefacenti capacità.

E’ di scena il pericolo ma, soprattutto L’equilibrio interiore, la grandissima concentrazione, la conoscenza di se, dei limiti e delle possibilità del proprio corpo. Credo in una bellezza estetica del gesto pericoloso, credo che possa succedere tutto in un attimo ed in quell’attimo L’attenzione debba essere totale. Sono un uomo che ha scelto una vita di ricerca e quella ricerca mi ha portato ad avviciniarmi a materiali come il fuoco che evoca paure ancestrali, o il vetro che è un elemento difficile da dominare; oppure le spade che hanno un così grande significato simbolico. Ho una vita di confine dove le scene, della vita e dello spettacolo, nascono da quello che mi immagino, da ciò che posso realizzare dei miei sogni. Lo spettacolo, per me, è un pretesto per rimanere insieme, con il mio pubblico; e scoprirsi ancora stupiti di vedere L’incredibile. E’ un linguaggio che può essere compreso da ogni pubblico, di ogni età, razza e condizione. E’ tradizione da non lasciare cadere perchè porti sempre e ovunque cultura; perchè assorba e rimandi L’energia di cui vive, gtraghettandola da una piazza all’ialtra.

Il suo sito è:

http://www.mangiaspade.it/index.php?langid=1