Giornate di Studio sull’Arte Circense Milano dal 5 al 9 novembre 2012

di Paolo

Dal 5 al 9 novembre 2012 Dipartimento di Beni culturali e ambientali – via Noto 8 – Milano

Direzione scientifica Alessandro Serena, Coordinamento di Alberto Bentoglio.
Il circo torna in cattedra per la quarta edizione delle Giornate di Studio sull’Arte Circense. L’Università degli studi di Milano, grazie al sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il Patrocinio del Comune di Milano, torna ad organizzare un ciclo di dibattiti, conferenze, laboratori, visite a spettacoli e incontri con prestigiosi artisti, operatori, pedagoghi e storici dello spettacolo circense. Di grande interesse quest’anno la presenza di personalità dal colosso canadese Cirque du Soleil.

Un’intera settimana dedicata alle arti circensi in tutte le loro sfumature e declinazioni, dalla pista tradizionale alle più moderne declinazioni del circo contemporaneo, dalla critica alla storia, dalla teoria alla pratica.

Quest’anno si parlerà di Cirque du Soleil con Patrick Flynn, company manager di Corteo e Agathe Alie direttrice degli affari pubblici, ma non solo. Gli altri argomenti di punta della settimana saranno Le donne nel circo con la presentazione di uno speciale ad esse dedicate sulla rivista Leggendaria introdotto dalla giornalista Maria Vittoria Vittori e la redattrice Anna Maria Crispino, ma anche l’arte di Strada a Milano, grazie alla presenza di Alessio Michelotti, presidente FNAS e promotore insieme a due consiglieri del Comune del nuovo regolamento vigente in città; e Maurizio Accattato, direttore del Milano Clown Festival. Oltre a questi ci saranno oratori come il regista Raffaele De Ritis, il giornalista Roberto Bianchin, il direttore di Juggling magazine Adolfo Rossomando e l’avvocato Francesco Mocellin. Direttamente poi dalle scuole di circo di Milano e Torino, Marco Bizzozzero, Paolo Stratta e Flavio D’Andrea.

A deliziare studenti e non anche le esperienze di Oreste Rastelli, clown di tradizione con una lunga carriera in pista; Carlo Rossi, Filarmonica Clown ed Empireo nella trasmissione per bambini l’Albero Azzurro; e Thomas Blackthorne, fachiro, mangiaspade, anche guinness world record. Ad arricchire l’elenco di ospiti importanti inoltre anche il prof. Paolo Inghilleri, direttore del Dipartimento di Beni Culturali e ambientali.

Ma l’offerta non finisce qui. Per gli studenti infatti una settimana intensiva per imparare a destreggiarsi con palline, clave e oltre in un laboratorio pratico di giocoleria; l’incontro con ex-laureati che parleranno delle loro tesi, oltre all’occasione di assistere allo spettacolo del Circo di Mosca, in quei giorni in città.
Per annusare la segatura della pista non basta quindi che recarsi in Università!

Per informazioni:
info@circoedintorni.it
+39 340 2925143

Qui la cartolina in pdf giornate di studio cartolina 2012

Sarmede: Le Fiere del Teatro 24^ edizione domenica 9 e 16 ottobre 2011

di Paolo

Giornate fantastiche con un fiume di esibizioni. Artisti da tutto il mondo per un evento INTERNAZIONALE. Oltre 80 spettacoli al giorno con clown, giocolieri, maghi, fachiri e mangiafuoco. Per le vie espositori di artigianato artistico di qualità. 20 laboratori per domenica con animazioni e creazioni per i più piccoli e per tutti i gusti, dalle 10 alle 18,30.

Maggiori informazioni:

www.sarmede.org

Marco Cardona (il saraceno): fachiro e mangiatore di spade

di Paolo

Marco Cardona è un fachiro italiano molto attivo e specializzato tra le altre cose come “mangiatore di spade”. E non sono in molti in Italia.

Questo è come lui si descrive:

Marco Cardona è il fachiro mangiatore di spade, L’uomo che gioca con il fuoco, che salta sui cocci di bottiglia, che si lancia ad infrangere lastre di vetro; che domina il pubblico con le sue stupefacenti capacità.

E’ di scena il pericolo ma, soprattutto L’equilibrio interiore, la grandissima concentrazione, la conoscenza di se, dei limiti e delle possibilità del proprio corpo. Credo in una bellezza estetica del gesto pericoloso, credo che possa succedere tutto in un attimo ed in quell’attimo L’attenzione debba essere totale. Sono un uomo che ha scelto una vita di ricerca e quella ricerca mi ha portato ad avviciniarmi a materiali come il fuoco che evoca paure ancestrali, o il vetro che è un elemento difficile da dominare; oppure le spade che hanno un così grande significato simbolico. Ho una vita di confine dove le scene, della vita e dello spettacolo, nascono da quello che mi immagino, da ciò che posso realizzare dei miei sogni. Lo spettacolo, per me, è un pretesto per rimanere insieme, con il mio pubblico; e scoprirsi ancora stupiti di vedere L’incredibile. E’ un linguaggio che può essere compreso da ogni pubblico, di ogni età, razza e condizione. E’ tradizione da non lasciare cadere perchè porti sempre e ovunque cultura; perchè assorba e rimandi L’energia di cui vive, gtraghettandola da una piazza all’ialtra.

Il suo sito è:

http://www.mangiaspade.it/index.php?langid=1