Nuovo Libro! Le Lezioni Originali di Magia Tarbell 5 (Lezioni 41-50)

Harlan Tarbell ideò nel 1926 il corso per corrispondenza per prestigiatori, costituito da 60 lezioni, che erano inviate una ogni 10 giorni. Chi seguiva tutto il corso otteneva poi un diploma. Nel corso degli anni quest’opera è divenuta il punto di riferimento per centinaia di migliaia di prestigiatori in tutto il mondo.

In questo libro sono raccolte le lezioni originali, presentate con una accurata traduzione in italiano e con i chiari disegni che le contraddistingueva. L’autore era infatti anche un illustratore. L’opera doveva originariamente essere realizzata da Harry Houdini, ma per mancanza di tempo, egli suggerì all’editore, per le sue capacità magiche, Harlan Tarbell.

Le lezioni sono pensate per accompagnare chi inizia nella magia e forniscono tecniche, routine, discorsi accompagnatori, principi psicologici, suggerimenti di presentazione. Anche chi già possiede competenze sull’argomento, trova in queste lezioni valido materiale per arricchire le proprie abilità.

Questo quarto volume raccoglie le lezioni41-50 dell’opera completa, 460 pagine con 786 disegni b/n.

Questi i contenuti delle lezioni 41- 50.

Lezione 41 – Gli splendidi principi della manipolazione delle palle da biliardo con eccellenti effetti che utilizzano questi principi.

Lezione 42 – Idee nuove per magia poco costosa, presentate in effetti originali da Arthur Pope, Cardini, Bert Douglas e anche da Tarbell, compresi fazzoletti che cambiano colore, combinazioni di palle da biliardo, effetti con frutta e dolci, oltre al famoso ‘popcorn nel cappello’.

Lezione 43 – Grandi principi per produzioni con giacca e cappello. Conigli, ovviamente, oltre ad altri oggetti.

Lezione 44 – Magia chimica e meccanica. Il famoso effetto con il vino e l’acqua e qualche ricetta di cucina magica sono inclusi. Vengono spiegati principi preziosissimi per una magia originale.

Lezione 45 – Magia spiritista: vi vengono insegnati i principi usati dai medium oltre che quelli dei maghi. Come eseguire una seduta spiritica.

Lezione 46 – Prosecuzione della magia spiritista, con sedute spiritiche al buio, proiezione del pensiero, sedute nell’armadio ed escapologia.

Lezione 47 – Principi e routine degli anelli che si uniscono di Laurant e Namreh.

Lezione 48 – Principi su cui si basa il famosissimo ‘albero di mango hindu che cresce’ — sono inclusi anche effetti con altre piante che crescono, un effetto di Kolar, e il misterioso ‘pianta hindu che cresce’ di Tarbell e l’effetto con i petardi.

Lezione 49 – Splendida Magia cinese.

Lezione 50 – La famosa Routine con la Corda di Tarbell.

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommariotarbell5.pdf 88 Kb
paginetarbell5.pdf 392 Kb

Per acquistare il libro, vai a questo link:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=22624

È appena arrivato il libro Nuovi giochi di magia automatici con le carte di Karl Fulves

DA NON PERDERE!!! E non stiamo scherzando: finalmente abbiamo la versione Italiana di quello che è considerato il miglior testo della serie “Giochi di magia automatici” — di Karl Fulves.

Trattando giochi automatici, il libro sarà particolarmente apprezzato da chi ha pochissima pratica di cartomagia; se però siete già avanti con gli studi, considerate lo stesso la lettura di questo libro perché, aggiungendo quello che già sapete, avrete modo di “migliorare” degli effetti già di per sé stupendi.

Grazie ai contributi e alle chiarissime spiegazioni di Fulves, apprenderete sia effetti classici che altri meno conosciuti; sono inoltre riportati giochi di Dai Vernon, Bill Miesel, David Copperfield, Paul Curry, Herb Zarrow, Aldo Colombini… tutto materiale provato e verificato davanti a un pubblico vero molte volte e che porta la firma di personaggi di quel calibro. Certi effetti inoltre — credeteci o no — stupiranno anche voi stessi durante le prove.

Tra i giochi più noti ci sono, ad esempio, delle versioni automatiche della carta che si solleva (“Rising Card”), del classico “Out of This World” di Paul Curry, di vari test con i libri (i famosi “Book Test”) e di distribuzioni “truccate” delle carte al Poker; ma troverete utili alcuni dei metodi spiegati anche solo per forzare una carta in modi che pochissimi conoscono e quindi riuscirete con poca fantasia ad arricchire qualche altro effetto che magari è già nel vostro repertorio.

I materiali occorrenti sono banali e probabilmente li possedete già: vari mazzi di carte, qualche elastico, penne e matite, delle bustine di carta… il resto consiste solo in un qualche piccola sessione di prove per memorizzare i giochi e in una buona presentazione, che avrete così modo di sviluppare concentrandovi su di essa poiché la parte “meccanica” di ogni gioco è ridotta ai minimi termini.

Insomma: un testo adattissimo ai principianti ma anche a chi già conosce “i ferri del mestiere” perché così troverà sia il modo di impiegarli proficuamente, sia un po’ di riposo con giochi che funzionano praticamente da soli.
Consigliatissimo!

Karl Fulves è una delle autorità magiche più popolari e rispettate tra gli autori dei testi di Magia del giorno d’oggi. Nell’opera “Nuovi giochi automatici di magia con le carte”, egli insegna ai neofiti (ma anche i più esperti apprezzeranno) come eseguire 56 effetti reali e funzionanti che intrattengono il pubblico divertendolo, adatti a tutte le occasioni dove si può trovare un piccolo pubblico a distanza ravvicinata tipo quello che si può formare nelle feste e nelle riunioni di famiglia. I giochi sono semplici da padroneggiare. L’esecutore avrà bisogno solo di un mazzo di carte e di pochi altri oggetti di uso comune, tipo una moneta o un elastico. 
Il tipo di esibizione ravvicinata che questi giochi richiedono, offre ai principianti il miglior modo possibile per apprendere come interessare e gestire un pubblico.

Tra i giochi qui spiegati, oltre al resto, vi sono giochi “di apertura”, cioè quelli che servono a guadagnare rapidamente l’interesse dei presenti anche per tutto il resto dell’esibizione; giochi “di memoria”, che sembrano far possedere all’esecutore la sconcertante abilità di memorizzare le carte; finte dimostrazioni di gioco d’azzardo, in cui sembrerà che il mago possegga le abilità di un esperto per controllare le carte durante le partite ai giochi che dovrebbero essere invece regolati dal caso; e carte “truccate”, che serviranno a creare della Magia visuale tale da far strabuzzare gli occhi ai presenti. 

Copiose istruzioni passo-passo, accompagnate da illustrazioni chiare e attentamente disegnate, rendono questi effetti-da-applauso davvero a prova di errore, pur non richiedendo lunga pratica o particolare destrezza per eseguirli.

179 pagine, 119 disegni b/n, 56 giochi di magia automatici con le carte. 16 euro

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto: 
sommario Nuovi giochi di magia automatici con le carte.pdf 101 Kb
pagine Nuovi giochi di magia automatici con le carte.pdf 1,6 Mb

Qui la scheda completa per poterlo acquistare:
http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?cPath=132&products_id=22355&sort=1a

È da oggi disponibile il libro Le lezioni originali di magia Tarbell 4 (lezioni 31-40)

Harlan Tarbell ideò nel 1926 il corso per corrispondenza per prestigiatori, costituito da 60 lezioni, che erano inviate una ogni 10 giorni. Chi seguiva tutto il corso otteneva poi un diploma. Nel corso degli anni quest’opera è divenuta il punto di riferimento per centinaia di migliaia di prestigiatori in tutto il mondo. 

In questo libro sono raccolte le lezioni originali, presentate con una accurata traduzione in italiano e con i chiari disegni che le contraddistingueva. L’autore era infatti anche un illustratore. L’opera doveva originariamente essere realizzata da Harry Houdini, ma per mancanza di tempo, egli suggerì all’editore, per le sue capacità magiche, Harlan Tarbell.  Le lezioni sono pensate per accompagnare chi inizia nella magia e forniscono tecniche, routine, discorsi accompagnatori, principi psicologici, suggerimenti di presentazione. Anche chi già possiede competenze sull’argomento, trova in queste lezioni valido materiale per arricchire le proprie abilità. Questo quarto volume raccoglie le lezioni 31-40 dell’opera completa, con 810 disegni b/n. 482 pagine, 25 Euro.

Questi i contenuti delle lezioni 31-40.

Lezione 31 — Mentalismo e lettura del pensiero per crearvi una certa fama. Principi e routine del lavoro del mentalista.
Lezione 32 — Il vostro rapporto con gli altri maghi ed etica di uno spettacolo di Magia. Magia con i fazzoletti di seta — Principi per legare e slegare i nodi magici. Principi per far apparire e sparire i fazzoletti. Begli effetti con i fazzoletti.
Lezione 33 — Magia con le sigarette. Principi di prestidigitazione con le sigarette ed effetti che prevedono l’utilizzo di queste manipolazioni.
Lezione 34 — 12 giochi di magia impromptu con le carte.
Lezione 35 — Prestidigitazione con le carte. Principi utilizzati dai più grandi maghi del mondo e nuovi punti di vista per rendere il vostro lavoro ‘diverso’.
Lezione 36 — Ancora Magia con le carte — Fioriture – Forzature – Falsa conta – Lavoro con quattro assi – Carte che si sollevano – Fontane di carte.
Lezione 37 — Magia orientale, incluso i principi di molti nodi misteriosi e nastri tagliati e restaurati.
Lezione 38 — Continuazione con la Magia Orientale, viene presentato il nodo del pollice giapponese originale di Tarbell, principi di un gioco chimico, un effetto con bastoni, un effetto con palle. Principi per la produzione e la smaterializzazione di cereali, una eccellente produzione di lanterna. In questa lezione si impara magia Cinese, Giapponese ed Hindu.
Lezione 39 — Una varietà di principi ed effetti con la magia con i tovaglioli, alcuni originali di Tarbell ed alcuni usati nei programmi dei migliori prestigiatori del mondo. Inoltre fazzoletti che cambiano colore, fazzoletti che si colorano ed effetti con la bandiera.
Lezione 40 — Importante discussione nell’analisi dei caratteri in relazione alla magia. Inoltre effetti con tovaglioli, bandiere, nastri.

Qui trovi la scheda completa del libro, per potere scaricare alcune pagine del suo interno e per poterlo acquistare:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=22320

Nuovo Libro da Mondo Troll: Giochi di magia automatici con le carte – Karl Fulves

giochi di magia automatici con le carte - Karl FulvesL’interesse per l’Arte della Magia non è mai stato così grande quanto lo è al giorno d’oggi, e proprio a causa di questo, molte persone hanno scelto la Magia per farne il loro hobby. È proprio con queste nuove leve in mente che la presente collezione di cartomagia è stata assemblata, ma sia che siate un completo novizio, sia che siate un amatore già esperto, troverete il materiale disponibile in questo libro facile da padroneggiare e godibile da esibire.

Sebbene il soggetto dei giochi di cartomagia automatica sia vasto, sono stati scelti giochi che non richiedono abilità alcuna, nemmeno l’abilità rudimentale di eseguire un miscuglio nel cavo della mano, una doppia presa o una qualunque altra procedura che richieda una manipolazione segreta e controllata delle carte. L’intento di quest’opera, piuttosto, è di presentare al lettore quei trucchi che egli può facilmente afferrare, in maniera che egli si possa quasi istantaneamente esibire per gli amici e scoprire quanto piacere si possa trarre dall’esecuzione dell’Arte Magica.

Qualunque gioco di prestigio che venga definito “automatico”, si basa su procedure matematiche o su abili sottigliezze verbali, mentali o meccaniche, per le quali non occorre praticamente alcun intervento da parte dell’operatore che non sia il semplice ricordare la sequenza di passi occorrenti a portare a buon fine il gioco. Quindi niente apprendimento di mosse cartomagiche spacca dita, di impalmaggi carichi di dettagli tecnici, di conte cartomagiche, di finti tagli e finti miscugli, di “fioriture”, di prese multiple e di ogni altro tecnicismo. Il tempo per padroneggiare la maggior parte degli effetti qui descritti è quello necessario per memorizzare la sequenza di fasi del gioco. Non ci sono cioè operazioni tecniche e mosse manuali da apprendere. Basta fare quello che c’è scritto, e il gioco funzionerà.

Gli effetti sono quasi tutti davvero molto validi! Il che significa che, se in breve tempo si arriverà a presentare un effetto ritenuto poi dal pubblico “professionale”, se ne ricaverà grande soddisfazione personale e divertimento.

150 pagine / 42 illustrazioni B/N

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto: 
sommario giochi di magia automatici con le carte.pdf 115 Kb
pagine giochi di magia automatici con le carte.pdf 563 Kb

Qui la scheda completa per chi vuole acquistarlo:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21939

Nuovo libro – Magia con le Banconote di Jean Hugard

Un grande libro su una branca della magia che colpisce molto il pubblico, perché utilizza un oggetto che ha un grande valore psicologico, ma contemporaneamente anche reale: la banconota. 

Qui viene spiegato tutto quello che serve sapere per realizzare effetti magici spettacolari. In maniera sequenziale e didattica, vengono illustrati gli scambi, gli impalmaggi, le sparizioni, 21 effetti magici impromptu con le banconote, il gioco delle banconote nella sigaretta, la banconota nel limone e quattro sue varianti, 16 effetti magici misti.

È molto semplice trovare una banconota chiedendola a prestito da qualcuno del pubblico: gli effetti più efficaci con le banconote sono particolarmente adatti al close-up (presentazioni ravvicinate), sia in salotto che nei club. Non sono richiesti apparati ingombranti e oggetti costosi. 

Mentre lo svolgimento di una routine magica con altri oggetti può essere considerato da alcuni poco accattivante, le avventure e particolarmente le disavventure dei soldi di qualcun’altro creano sempre curiosità e costringono le persone a rimanere incollate alle sedie.

Le abilità e le mosse necessarie per la presentazione di successo di effetti con banconote sono minime e facilmente acquisibili se comparate con quelle richieste per la manipolazione di carte, palline o monete. 

Il segreto principale di quasi tutte le gesta che verranno illustrate in questo volume risiede nella presentazione.

Questa è la traduzione Italiana del libro di Jean Huigard pubblicato per la prima volta nel 1937.

Una banconota, essendo un piccolo oggetto di per se stesso, e in particolare quando arrotolata o piegata, deve essere mostrata sulle punte delle dita. Tutti i movimenti rapidi devono essere rigidamente evitati. È abbastanza facile confondere un pubblico con delle azioni veloci, ma c’è una enorme differenza tra un Effetto di Illusione e un Mistero.

107 pagine, medio formato, rilegato brossura, 40 illustrazioni b/n. Qui la scheda completa dove acquistarlo:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21926

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:

sommario magia con le banconote.pdf 100 Kb
pagine magia con le banconote.pdf 154 Kb

Ingannando Houdini intervista ad Alex Stone

Riporto, con il suo permesso, la bella intervista effettuata da Pierangelo Garzia a Alex Stone, riguardante il suo ultimo libro “Ingannando Houdini” edizioni Troll Libri, che si può acquistare qui:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21652&sort=2a

di Pierangelo Garzia

Alex Stone è una figura interessante nel panorama dell’arte magica. Perché non è solo un prestigiatore. Non è solo un illusionista addentro alle varie tecniche cartomagiche, oppure mediante monete e tutte le altre possibilità che offre di ingannare i sensi e la mente del prossimo la cosiddetta magia a vista (tecnicamente micromagia, in lingua close-up magic). Per eseguire questi numeri magici con efficacia occorrono anni e anni di studi teorici, ma soprattutto pratici. Allenamento continuo. Per alcuni addirittura ossessivo. Meglio se sotto la guida di maestri esperti. Professionisti magari pluripremiati nei vari consessi internazionali. Alex Stone si racconta appassionatamente, ironicamente e pure spudoratamente, in questo suo libro di memorie magiche: Ingannando Houdini. Prestigiatori, mentalisti, patiti di matematica e poteri nascosti della mente.

Una vera e propria autobiografia, unica nel suo genere, degna di un film, di cosa significhi, cosa debba affrontare chi si avventuri, da zero, lungo il tortuoso, ispido cammino, per assurgere al titolo di mago. In un ambiente, quello dei professionisti dell’arte magica, molto selettivo, esclusivo, geloso dei propri segreti. Alex Stone passerà infatti i suoi guai per avere svelato alcuni di questi segreti su una rivista destinata al pubblico generico. Ma proprio perché, come dicevo all’inizio, Alex Stone non è solo un illusionista. È anche un divulgatore scientifico con una formazione in fisica. Ha una mentalità da ricercatore e di sperimentatore. E del resto la magia, al pari della scienza è, al più alto livello, ricerca, sperimentazione e innovazione. Continue. Costanti. Viceversa non avrebbe potuto sopravvivere, evolversi, adattarsi ai gusti del pubblico anche attraverso le nuove tecnologie, per migliaia di anni fino ai giorni nostri.

Alex Stone si rende conto presto che la magia è anche, soprattutto, psicologia. Perché, come dice un principio assoluto della magia, non avviene nelle mani del mago ma nella mente dello spettatore. Se ne rende conto a tal punto Alex Stone, che per approfondire gli aspetti percettivi e cognitivi della magia incontra, impressiona con i suoi trucchi e infine collabora con la psicologa ricercatrice Arien Mack, allora direttrice del Perception Lab presso la New School for Social Research di New York,  in ricerche sull’attenzione e sviamento dell’attenzione (misdirection, la pietra miliare di tutta la magia).

La magia esiste perché i nostri sensi sbagliano. La nostra percezione è fallace. La nostra attenzione può essere sviata. La nostra memoria non è perfetta. Addirittura la nostra mente può creare false memorie. Tutto nella magia, come del resto nell’inganno e nella truffa, affonda le proprie radici nella psicologia. Come scrive Alex Stone: «Come per ogni trucco magico, la sola tecnica non è che una piccola parte dell’illusione. La psicologia è l’ingrediente segreto».

Ecco allora che i trucchi magici entrano sempre più spesso nei laboratori di ricerca psicologica e neuropsicologica: rappresentano mezzi perfetti per indagare la mente umana. Specie con il supporto delle moderne tecniche di registrazione e visualizzazione dell’attività cerebrale. Un campo affascinante, promettente, da cui sgorgano sempre più stimoli e pubblicazioni scientifiche. Il rapporto tra magia e scienza è agli inizi, ma già promette bene. E personaggi come Alex Stone stanno dando e daranno contributi certamente importanti.

Perché hai intitolato il tuo libro Fooling Houdini (Ingannando Houdini in italiano)?

Il titolo del libro allude a una storia su Dai Vernon, il più influente artista di primo piano del ventesimo secolo, anche conosciuto come The Man Who Fooled Houdini. Houdini si vantava che nessun uomo potesse ingannarlo tre volte con lo stesso trucco. La magia dipende molto dall’elemento sorpresa, motivo per cui ai maghi non piace ripetere un effetto per lo stesso pubblico. Gli anni passarono e la sfida andò insoddisfatta. Poi, nel 1922, durante una cena tenuta in onore di Houdini, Dai Vernon, di cui pochi avevano sentito parlare all’epoca, mostrò a Houdini la versione di un trucco chiamato carta ambiziosa: una carta firmata ritorna in cima al mazzo dopo essere stato messa nel mezzo. Vernon ha ripetuto l’effetto molte volte e Houdini è stato completamente ingannato! Più in generale, il titolo del libro si riferisce al fatto che i maghi cercano sempre di ingannarsi l’un l’altro con nuovi trucchi.

Parli di magia come di un linguaggio universale che raggiunge tutti. Intendi come l’arte o la musica?

Sì! Puoi fare un trucco magico per qualcuno in qualsiasi parte del mondo e di solito sorriderà. Tocca qualcosa in noi che è legato alla nostra natura profonda, credo.

Qual è la relazione tra magia ed emozioni? E tra magia e memoria?

Penso che tutta la magia, o almeno tutta la buona magia, generi potenti emozioni. La memoria è difficile e le persone spesso hanno difficoltà a ricordare correttamente cosa succede in un trucco. (Le emozioni, ovviamente, influenzano anche il modo in cui ricordiamo le cose). I maghi cercano intenzionalmente di fare confusione con i ricordi delle persone, così il pubblico crederà che una cosa sia accaduta quando in realtà qualcos’altro ha avuto luogo. Ma ciò che la magia rivela è che il ricordo è fallibile e può essere manipolato. Qualcosa che va ben oltre la magia.

Un mago può essere ingannato?

Assolutamente! Questo è uno dei malintesi che molte persone hanno sulla magia. I maghi, infatti, si prendono sempre in giro l’uno con l’altro con nuovi trucchi. Ci sono tornei in tutto il mondo in cui i maghi competono l’uno contro l’altro. Questo spirito competitivo guida una notevole innovazione nella creazione di nuovi effetti.

Cosa consiglieresti a coloro che vogliono difendersi dalla frode, dall’inganno e dalla manipolazione della vita quotidiana?

Beh, consiglierei di leggere e studiare la base della psicologia delle truffe. La maggior parte delle truffe ha qualcosa in comune. Primo e soprattutto: se qualcosa sembra troppo bello per essere vero, come si è soliti dire, allora lo è quasi sempre.

Scrivo e dico spesso che la magia è darwiniana, evolutiva: si adatta ai gusti, alle culture e soprattutto fa uso di tutto ciò la tecnologia e la scienza si rendono disponibili in un determinato momento della storia. Sei d’accordo?

In una certa misura direi di sì. Come tutta l’arte è conforme ai gusti del momento e cambia con la sensibilità delle persone. Ma ci sono anche aspetti senza tempo della  magia, ecco perché vedi trucchi simili che attraversano i secoli.

La magia è una psicologia empirica, sperimentale, che attraverso i  secoli ha fatto scoperte sulla percezione, la memoria e l’illusione. Scoperte che la psicologia cognitiva ha recentemente iniziato a capire. Come può la magia oggi aiutare la psicologia e le neuroscienze?

La magia, nel suo cuore, sta giocando con i limiti della percezione umana. Nel cercare di capire la magia, finiamo per fare domande su come la mente percepisce il mondo e analizza l’esperienza quotidiana, su come funziona la mente. E perché a volte fallisce. Studiare il modo in cui la magia ci inganna è una finestra sul cognitivo sottostante, sui meccanismi che ci rendono umani. Alcuni neuroscienziati ora stanno persino usando magia per studiare il cervello.

Studiare fisica ti ha aiutato a diventare un mago? Come?

Penso che entrambi comportino un simile fascino per il mistero e lo sconosciuto. Inoltre, ci sono molti trucchi che coinvolgono la matematica. Ancora, entrambi sono abbastanza nerd!

Quanti anni e quante ore di allenamento al giorno ci vogliono diventare un buon mago?

La cosa bella della magia è che puoi iniziare a farlo subito. Ci sono molti trucchi divertenti per i principianti. Non credo davvero nella regola delle 10.000 ore di pratica. Ognuno è diverso. Ma diventare un esperto richiede anni lavoro diligente.

Parli della passione per la magia e per sempre nuovi trucchi come  di una droga: perché?

Penso che sia avvincente. Da quando ho imparato il mio primo trucco ero agganciato. Una volta che inizi vuoi proseguire, desideri imparare sempre cose nuove, effetti sempre più creativi.

Perché forme di magia come il mentalismo e la Bizarre Magick hanno successo oggi?

Sono forme di magia che attirano una nostalgia gotica, sorte di recente. Ma anche queste espressioni mostrano una magia differente da quella a cui siamo abituati. Soprattutto il mentalismo può sembra qualcosa di completamente diverso, motivo per cui molte persone sono convinte che sia in qualche modo reale. È importante riconoscere, tuttavia, che comunque è tutto, ancora, una sorta di inganno.

Cosa consigli a un ragazzo che oggi voglia intraprendere una carriera come mago?

Circondati di altri appassionati di magia. È la cosa più importante. Compra alcuni libri e video, carte e monete. Basta iniziare. Divertiti!

Cosa ne pensi dei tutorial in rete: sono dannosi o utili per la magia?

Penso che siano molto utili. Aiutano le persone ad imparare la magia, chiunque può farlo. Impara ora. Sono grandiosi e conducono alla feconda impollinazione incrociata di idee.

Due domande all’editore italiano di Ingannando Houdini. Paolo Michelotto, in società con i fratelli, ha fondato nel 1994 Mondo Troll che si occupa di pubblicare libri e video, organizza workshop e vende materiali correlati alla magia e prestidigitazione, all’animazione e agli argomenti correlati.

Perché avete deciso di pubblicare in italiano il libro di Alex Stone che si discosta dai consueti manuali magici?

Il libro di Alex Stone è una lettura affascinante per il lettore che non sa nulla di magia. Per chi ne sa qualcosa ed è appassionato, come noi, è doppiamente affascinante. Racconta di persone reali esistenti nel mondo dell’illusionismo, di episodi accaduti nei congressi magici, di tecniche impossibili, di storie vecchie ma viste sotto un’altra luce, di corsi avanzati con personaggi famosi. E racconta la dedizione quasi maniacale per quest’arte. È un inoltrarsi in profondità nel mondo della magia con gli occhi di un prestigiatore estremamente abile non solo nella sua arte, ma anche in quella della scrittura. Per noi come editori è quindi un privilegio aver pubblicato un libro così ricco, emozionante, divertente e approfondito sull’arte a cui da 20 anni ci dedichiamo.

A chi si rivolge Ingannando Houdini?

È un libro divertente, curioso e ricco che può essere letto da chi non conosce per niente la magia, dal neofita assoluto di quest’arte, ma anche da chi ha ottime conoscenze e esperienze magiche, che troverà rispecchiate nei diversi capitoli.

Qui il link all’intervista:

https://neurobioblog.com/2018/05/15/ingannando-houdini-intervista-ad-alex-stone/

nuovo libro INGANNANDO HOUDINI di Alex Stone

Ingannando Houdini

Un testo eccezionale che ti farà meditare su moltissime cose, ma soprattutto sul perché e su come la tua Magia funzioni e su quali meccanismi questa sia basata! Come viene percepito un miracolo da parte del pubblico? Cosa è davvero capace di registrare la nostra mente di tutto ciò che l’occhio vede?
Perché alcuni effetti continuano a ingannarci anche quando si sa come funziona il trucco? Quanto occorre allenarsi? Possono davvero essere utili anche degli studi accessori su arti diverse dall’illusionismo (tipo dizione, danza, mimo, recitazione, clowneria)?
Questi e altri quesiti sono trattati, spiegati e discussi in questo volume, ma non fare l’errore di pensare che si tratti di un testo destinato ai soli prestigiatori tutto incentrato su teorie complicatissime. ANZI! L’autore parla di sé stesso mettendosi completamente a nudo — a volte anche in maniera indecorosa e quindi divertentissima — partendo dai suoi sbagli clamorosi degli esordi e spiegando il suo percorso di crescita come persona e come mago-prestigiatore fino a giungere ad uno stato di consapevolezza e di soddisfazione personale ottimali.

Ingannando Houdini

Si tratta di un testo spesso divertente, a volte toccante, comunque sempre intimo, sincero, autobiografico e illuminante. Sono trattati e spiegati con parole degne di un ottimo testo scientifico divulgativo concetti appartenenti alla fisica, alla biologia, alle neuroscienze, alla matematica e alla statistica (e non solo). Ma anche i loro legami con gli aspetti tipici del fare Magia per un pubblico: la misdirection, il trucco, il mantenimento del segreto, la presentazione e l’arte della scena. Sono citati, sezionati, talvolta presi in giro e spesso ammirati molti prestigiatori, alcuni tra loro tuttora viventi e in attività, che hanno avuto un ruolo fondamentale nella crescita artistica dell’autore.

Ingannando Houdini

In questo libro, tecnicamente qualche trucco è descritto, sebbene non sia insegnato (notare la differenza), per cui non apprenderai giochi particolarmente nuovi. Ma per chi vorrà trarre spunto dalle migliaia di esperienze che l’autore ha fatto e descrive minuziosamente in queste righe, ci sarà una vera miniera di conoscenze pronta per essere usata. Insomma, un testo particolarissimo che può essere letto come una semplice autobiografia, come un trattato di varie branche scientifiche esposte con parole semplici, come un compendio di arti d’esibizione, come una guida per i prestigiatori in crescita personale. O magari, come tutte queste cose messe assieme sull’onda di un’autobiografia irriverente.

302 pagine, rilegato cucito, con alette.

Ingannando Houdini è uno studio molto intelligente e avvincente di una delle sub-culture più incomprese d’America, e allo stesso tempo la storia della ricerca di un uomo per sondare i misteri della magia, della scienza e dove esse si incontrano.
John Hodgman,
autore di The Areas of My Expertise

Ingannando Houdini è un viaggio irresistibile ed illuminante nel mondo della magia. Stone ha scritto una storia magistrale che esplode di energia, inventiva e un senso di meraviglia in ogni pagina. Non ho potuto metterlo giù fino alla fine!
Steven Levitt,
co-autore di Freakonomics

Un libro di memorie esilarante e illuminante… Meno guida pratica, e molto più racconto sulle personalità bizzarre, le lotte intestine e la dedizione sbalorditiva e la destrezza, necessarie per essere un vero grande mago.
The New York Post

Un libro allegro e curioso su un mondo in cui si intersecano matematica, fisica, scienza cognitiva e pura passione fanatica… Questo libro è più di una serie di aneddoti. È uno sforzo per esplorare la variopinta sottocultura degli appassionati di magia e la seria base teorica dei trucchi che fanno.
Janet Maslin, The New York Times

La narrazione è avvincente perché viene venata di una domanda molto umana: cos’è la verità? Potrebbe sembrare troppo filosofico per un testo così divertente, ma quando Stone invoca questa domanda si presenta come una frase perfetta.
The Boston Globe

Prima di leggere questo libro, pensavo che la magia fosse un po’ sciocca. I maghi che avevo nella mia memoria indossavano mantelli e trucco. Estraevano colombe dal loro cappello e utilizzavano molto fumo. Ma in Ingannando Houdini, Alex Stone rivela un mondo molto più profondo e affascinante di quanto avessi mai immaginato. Dopo aver fallito alle Olimpiadi della Magia a Stoccolma, Stone prende sul serio l’arte dell’illusione. Frequenta scuole di magia e cerca di padroneggiare le migliori tecniche con le carte del mondo. Lungo la strada, impara come gli imperi criminali sono stati costruiti su antiche truffe magiche. Studia l’arte della lettura mentale. E spiega come i maghi sfruttano i punti ciechi cognitivi per rendere l’impossibile accadere in pubblico. Percorre ogni angolo oscuro del mondo magico alla ricerca dell’obiettivo finale: una routine così forte da ingannare altri colleghi prestigiatori in una delle più importanti competizioni magiche. Ci riesce? Ti direi la risposta, ma questo rovinerebbe la magia.
Benjamin Moebius

Ingannando Houdini di Alex Stone è una delizia. Iscritto al dottorato di fisica alla Columbia University, lascia tutto per immergersi nel mondo oscuro della magia. Scrive con arguzia, acutezza scientifica e grande umorismo. Ci immerge in un mondo affascinante in cui pochi sono mai entrati.
Buzz Bissinger,
autore di Father’s Day e Friday Night Lights

Quello che mi è piaciuto di più di Ingannando Houdini è il mondo in cui ci porta dentro: questi gruppi ristretti di prestigiatori ossessionati che reinventano la loro arte… Questo libro ti fa venire voglia di fare trucchi magici e ti spiega quanto sia difficile farli bene.
Ira Glass,
conduttrice di This American Life

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommarioingannandohoudini.pdf 58 Kb
pagineingannandohoudini.pdf 195 Kb

Qui la scheda completa:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21652

nuovo libro Magia con la Seta

di Paolo

Quest’ottimo manuale, risalente al 1937 rappresenta la summa delle conoscenze tecniche sulla magia con la seta fino a quel momento. I fazzoletti colorati donano indubbiamente una nota scenica notevole a tutta la Magia da palco, scena e salone, e servono egregiamente per coprire altre manovre impegnative fatte dai Maghi e conservano intatto tutto il loro fascino se solo sono utilizzati con discrezione e competenza.

Facendo il piccolo sforzo di tradurre nel mondo odierno quanto era stato inventato fino allora, si sprigionerà lo stesso grado di Magia divertente con la quale il pubblico tornava a casa discutendo di come tali prodigi fossero mai potuti avvenire davanti ai loro occhi. Sarà poi compito del lettore capire ad esempio che, se una volta era costume normale vestire con giacca e gilet, trovare un cappello in prestito o avere nei pantaloni dei taschini laterali e dei bottoni frontali per le bretelle, al giorno d’oggi possiamo trarre vantaggio da cose che all’epoca non c’erano: velcro, plexiglas lavorabile, cera per maghi di qualità molto superiore a quella con cui all’epoca ci si arrangiava. Ma leggete bene il tutto e adattatelo alle vostre esigenze; variate le presentazioni e modificate gli oggetti che volete portare in scena — alla fine questo volume si rivelerà una stupenda fonte d’ispirazione.

Sono descritti molti metodi di piegatura, legatura e produzione dei foulards. I capitoli su tiranti, scappavia e tubi di tintura, forniscono ottime lezioni sulla misdirection come raramente si trova in giro. In questo libro c’è un vero e proprio piccolo trattato sul sesto dito che, probabilmente, vi farà riconsiderare l’uso dell’attrezzo. Non mancano i giochi classici come i fazzoletti simpatetici o i fazzoletti che non si annodano; se avete dubbi sulla validità attuale di questo tipo di magie, andate a cercare nei video in rete le esecuzioni di Slydini, Billy McComb o Paul Potassy e capirete.

Come gran finale col botto, termina il volume la dettagliata descrizione dell’intero numero da scena di George Stillwell (il suo famoso Silk Act), che intorno all’epoca del vaudeville fece la sua fortuna con un certo numero di fazzoletti… e tanta scuola ed abilità di presentazione!

192 pagine, 102 disegni b/n.

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommariomagiaconlaseta.pdf 258 Kb
iniziomagiaconlaseta.pdf 400 Kb

Qui la scheda completa

Nuovo libro 101 Pupazzi da Mano di Richard Cummings

di Paolo

È arrivato il nuovo libro di Mondo Troll: 101 Pupazzi da Mano di Richard  Cummings.

Questo divertente testo, con le sue semplici istruzioni passo dopo passo, rende possibile costruire 101 pupazzi diversi. Essi sono spiegati dettagliatamente, dai più facili ai più complessi. Il libro inizia con pupazzi istantanei realizzati con un fazzoletto, dipingendo la mano, usando sacchetti di carta e i cucchiai di legno. Poi c’è un capitolo dedicato ai pupazzi da costruire in una giornata di lavoro, usando cartone, fogli, calzini, sagome ritagliate, palle di polistirolo. Si prosegue con un capitolo che illustra pupazzi professionali che prevedono la costruzione della testa con la cartapesta o materiali plastici speciali o il lattice o una combinazione dei precendenti con tessuti naturali e sintetici, partendo da un modello realizzato con la plastilina e costruendo il calco in gesso. C’è un capitolo sui pupazzi speciali, in cui le dita dell’artista diventano le loro gambe, quelli mossi con le bacchette, pupazzi in stile giapponese e pupazzi per le ombre. Infine ci sono pupazzi novità, in cui c’è un insieme di idee molto diverse e innovative, dal pupazzo pianta, ai pupazzi con gambe snodate, dalla banda di suonatori alla danzatrice hawaiana, dall’alieno agli angioletti, dalla coppia di pappagalli al cowboy, dall’anaconda ai pupazzi giganti di Osaka.
Nel percorso sono spiegate decine di tecniche costruttive diverse.


Alcune delle idee sono nuove di zecca; altre sono più datate e tradizionali, ma tutte hanno la loro caratteristica personalità.
Sono anche inclusi tre testi di spettacoli per mettere subito all’opera i pupazzi costruiti.
Troverai inoltre indicazioni sulla progettazione di vari tipi di palcoscenici e teatrini. Scegli un pupazzo, procurati i materiali e inizia. Guarda il pupazzo prendere vita tra le tue mani. Impugnalo, muovilo per farlo parlare, ridere, pensaree ti delizierà. I tuoi pupazzi ti condurranno dentro ad un nuovo mondo meraviglioso dal quale non potrai scappare.

158 pagine, 168 disegni b/n.

Qui trovi la scheda completa:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21407

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommario-101-pupazzi.pdf 419 Kb
pagine-101-pupazzi.pdf 2,3 Mb
137-101-pupazzi.jpg 782 Kb

Le Lezioni Originali di Magia Tarbell 2

di Paolo

È arrivato il nuovo libro Tarbell 2. Harlan Tarbell ideò nel 1926 il corso per corrispondenza per prestigiatori, costituito da 60 lezioni, che erano inviate una ogni 10 giorni. Chi seguiva tutto il corso otteneva poi un diploma. Nel corso degli anni quest’opera è divenuta il punto di riferimento per centinaia di migliaia di prestigiatori in tutto il mondo.


In questo libro sono raccolte le lezioni originali, presentate con una accurata traduzione in italiano e con i chiari disegni che le contraddistingueva. L’autore era infatti anche un illustratore. L’opera doveva originariamente essere realizzata da Harry Houdini, ma per mancanza di tempo, egli suggerì all’editore, per le sue capacità magiche, Harlan Tarbell.

Le lezioni sono pensate per accompagnare chi inizia nella magia e forniscono tecniche, routine, discorsi accompagnatori, principi psicologici, suggerimenti di presentazione. Anche chi già possiede competenze sull’argomento, trova in queste lezioni valido materiale per arricchire le proprie abilità.

Questo secondo volume raccoglie le lezioni 11-20 dell’opera completa, con 387 disegni b/n.

Seguiranno gli altri 4 volumi che comprenderanno L’intera opera di 60 lezioni

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommariotarbell2.pdf 211 Kb
paginetarbell2.pdf 670 Kb
altrepaginetarbell2.pdf 489 Kb

Qui la scheda completa del libro:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=21268

Disponibile il libro Le lezioni originali di magia TARBELL 1 (Lezioni 1-10)

di Paolo

tarbell 1

È disponibile il nuovo libro “Le lezioni originali di magia Tarbell 1 (Lezioni 1-10)”

Harlan Tarbell ideò nel 1926 il corso per corrispondenza per prestigiatori, costituito da 60 lezioni, che erano inviate una ogni 10 giorni. Chi seguiva tutto il corso otteneva poi un diploma. Nel corso degli anni quest’opera è divenuta il punto di riferimento per centinaia di migliaia di prestigiatori in tutto il mondo.

In questo libro sono raccolte le lezioni originali, presentate con una accurata traduzione in italiano e con i chiari disegni che le contraddistingueva. L’autore era infatti anche un illustratore. L’opera doveva originariamente essere realizzata da Harry Houdini, ma per mancanza di tempo, egli suggerì all’editore, per le sue capacità magiche, Harlan Tarbell. Le lezioni sono pensate per accompagnare chi inizia nella magia e forniscono tecniche, routine, discorsi accompagnatori, principi psicologici, suggerimenti di presentazione. Anche chi già possiede competenze sull’argomento, trova in queste lezioni valido materiale per arricchire le proprie abilità. Questo primo volume raccoglie le prime 10 lezioni dell’opera completa, con 258 disegni b/n.

286 pagine

Qui la scheda completa e come acquistarlo

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommariotarbell1.pdf 177 Kb
paginetarbell1.pdf 314 Kb
pagine92-109tarbell1.pdf 894 Kb

Marco Critelli Vi spiego io la vera magia

fonte atuttosmile

Anticipato qualche mese fa in un nostro articolo, Magia Impromptu, il libro di Marco Critelli, oggi è in tutte le librerie e su tutte le piattaforme digitali. L’opera seconda del comico-prestigiatore di Made In Sud è già un successo, tanto che lo si vede ogni giorno, dai post di facebook, imballare pile di libri pronte per le spedizioni in tutta Italia. Il libro ci trascina nel mondo della vera magia, così come la definisce Marco. Scopriamo insieme a lui di cosa si tratta.

Marco, ce l’hai accennato mesi fa ed ecco finalmente Magia Impromptu, il tuo nuovo libro sulla vera magia. Che intendi?
«Questo è il mio secondo libro sulla magia ed arriva dopo un bel po’ di tempo dal primo, Il mago comico. Nel frattempo mi sono dedicato alla tv e alla radio, ma il mio amore per la magia non è mai finito. Seppur comico, resto comunque un prestigiatore e adoro scrivere, così fra uno spettacolo e l’altro è nato questo libro. In realtà quando parlo di vera magia non intendo quella dei sensitivi o dei cartomanti, ma quella che un prestigiatore può fare in qualsiasi momento senza bisogno di trucchi (almeno apparenti)».

E quindi ci sveli i trucchi? Una sorta di istruzioni per l’uso?
«In pratica è una specie di manuale dedicato ai giochi di prestigio realizzabili senza utilizzare oggetti truccati. Nel libro sono spiegati una ventina di giochi di forte impatto e di semplice esecuzione ma al tempo stesso diabolici. Fra i maghi vige la regola di non svelare mai i segreti che si nascondono dietro ai giochi di prestigio ma i libri fanno eccezione, sono solo per gli amanti di questa arte, per i semplici curiosi c’è internet. E poi anche Silvan lo ha fatto e se lo ha fatto lui allora sui può fare!»

Leggo di giochi di prestigio senza bisogno di gimmick o set up Io sono tra i curiosi, di cosa si tratta?
«In gergo il gimmick è la parola che sottintende l’oggetto truccato necessario ad eseguire il gioco di prestigio. Il set up invece è la preparazione necessaria ad eseguire un trucco che va necessariamente fatta prima e ovviamente all’insaputa del pubblico. I giochi che spiego nel mio libro non hanno bisogno né dell’una né dell’altra cosa».

E invece cosa significa che alcuni giochi sono dei veri reputation maker?
«Vuol dire che ti aiuteranno a costruire una reputazione».

Marco, maghi si nasce o si diventa? Come ti sei avvicinato alla magia?
«Maghi si diventa con tanto tanto impegno e tantissimo allenamento e studio. Ma la passione per l’illusionismo mi è nata comunque da bambino».

Qual è il trucco che ti piace eseguire di più?
«Un gioco in cui riesco a spostare le lancette di un orologio sul polso di uno spettatore senza mai toccarlo. Lo adoro!»

Il trucco più difficile?
«Far ridere le persone con intelligenza».

Quello che non hai ancora eseguito ma vorresti?
«Volare! Ho paura degli aerei e così avrei risolto».

Hai mai fallito un trucco in pubblico? O ti è accaduto qualche incidente?
«Sì, ma ho finto che facesse parte dello spettacolo».

Consigli per chi vuole diventare mago?
«Che domande Comprare i miei libri!»

La tua magia l’hai portata anche al circo, sei il presentatore del Cirque du shatush, il nuovo spettacolo degli Arteteca. Dal trailer su web sembra spettacolare oltre che comico.
«Sì, è fantastico. In questo spettacolo interpreto l’ansioso direttore di un circo senza animali, dove ne accadono di tutti i colori e dove oltre a recitare insieme ai bravissimi Enzo e Monica faccio anche il mago. Ci divertiamo davvero tanto e a quanto pare si diverte molto anche il pubblico».

Dalla tua pagina facebook ho visto che sarete anche in giro per l’Italia.
«Sì, dopo il debutto al Palapartenope di Napoli, davanti a più di 2000 spettatori, abbiamo iniziato un tour che ci porterà in giro dal nord a sud. Saremo a Modena, Salerno, Aprilia, Cassino, Civitavecchia, Catania, Palermo, insomma c’è modo di venirci a vedere».

Da febbraio ritorna Made In Sud, quale personaggio tirerai fuori dal cilindro nella prossima edizione?
«Quest’anno mi piacerebbe fare qualcosa che ha a che vedere con la musica ed il mio grande amore per la radio, ma non diciamo altro per scaramanzia».

A proposito di radio, tutti i giorni ti ascoltiamo dalle 6 del mattino nel tuo programma comico su Radio Punto Zero, ma come fai a svegliarti tutte le mattine così presto?!
«L’amore ti fa vincere anche il sonno! E io sono innamorato della radio da sempre. Scherzi a parte, non è facile, soprattutto dopo aver fatto uno spettacolo la sera prima, ma la verità è che io e Sandro ci divertiamo sul serio la mattina durante Zero pensieri e poi l’affetto degli ascoltatori che ti ringraziano perché li fai sorridere ogni giorno ti ripaga di tutto».

Cacciatore di bufale sul web, scrivi per Le Bufale della Rete, qual è stata la più eclatante secondo te?
«Da alcuni anni ho iniziato a scrivere di bufale per divertimento e credo ormai di essere diventato un vero e proprio esperto. Per me la più bella resta quella di Zuckerberg che regalava 4 milioni di dollari a chi condivideva uno status. Ma come si può credere a una cosa del genere e, soprattutto, nessuna delle migliaia di persone che lo hanno fatto si era posta la domanda più importante: Come riceverò questi soldi?!»

Fresco di stampa Magia Impromptu di Marco Critelli

di Paolo

Uno dei momenti più brutti per un prestigiatore è quello in cui qualcuno gli chiede di mostragli un gioco e lui è costretto a rispondergli mi spiace, non ho niente con me. In questa frase non c’è soltanto il rammarico per un occasione persa, ma l’ammissione (sbagliata) che sono gli oggetti a fare la magia e non il prestigiatore. Per non trovarsi mai costretti a rispondere in questo modo è bene avere in repertorio degli effetti impromptu.

In inglese il termine impromptu significa letteralmente improvvisato e nell’arte magica contraddistingue tutta una serie di effetti per cui non è necessaria alcuna preparazione.

Un gioco di prestigio impromptu può essere immediatamente eseguito senza alcun bisogno di gimmick o set up, utilizzando oggetti di uso comune, magari presi in prestito e quindi sicuramente non truccati, dando al pubblico una sensazione di magia ancora più vera.

Per anni questo tipo di effetti è stato relegato a piccoli giochini con elastici, stuzzicadenti o fiammiferi. Cose che davano l’idea di essere più dei rompicapo che non dei giochi di prestigio, una sorta di sfida del prestigiatore a fare come lui, ovviamente senza riuscirci.

Questo libro vuole andare oltre e proporre a prestigiatori ed appassionati una serie di veri giochi di prestigio impromptu, una raccolta di effetti professionali di forte impatto visivo ed emozionale che permetteranno all’esecutore di dimostrare di essere mago in qualunque situazione, senza bisogno di oggetti truccati, angoli di visuale o preparazioni nascoste.

Gli effetti presentati nelle pagine che seguono permettono di essere sempre pronti a stupire chi si ha di fronte con oggetti reperibili praticamente ovunque. Non esiste persona che non abbia con se il suo telefono cellulare, un orologio o delle monete in tasca e tanto basterà per permettere al prestigiatore di mostrare la sua abilità in qualunque momento.

Nello stile di Marco Critelli, tutti i giochi proposti non richiedono l’utilizzo di particolari tecniche illusionistiche o complicate manipolazioni, ma appartengono a quella categoria di effetti eseguibili da chiunque una volta imparato il trucco. Questo ti permetterà di concentrarti al massimo sulla presentazione senza dover pensare troppo alle manovre nascoste secondo la filosofia del massimo risultato con il minimo sforzo.

Tutti i giochi proposti sono pensati per situazioni informali, ma possono essere tranquillamente inseriti in spettacoli da scena, sala o close up personalizzandoli secondo il proprio genere e le proprie esigenze.

108 pagine, 125 grandi foto a colori, formato 15×21 cm, brossura, cucito a filo.

Chi è Marco Critelli
Prestigiatore professionista full time da oltre 14 anni, ha lavorato in TV, nella Radio, nella Pubblicità. Tiene corsi di formazione per clown dottori, animatori ed operatori dell’ infanzia. Dal 2005 e’ consulente magico della Federazione Nasi Rossi D’Abruzzo.
È autore del libro “Il Mago Comico per Bambini” ed. Troll Libri.
Dal 2011 é nel cast di MADE IN SUD, la popolare trasmissione di Rai 2.

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommario-magia-impromtpu.pdf 125 Kb
pagine-magia-impromptu.pdf 1,8 Mb

Leggi la scheda completa

nuovo libro Magia Mentale con le Carte

di Paolo

Magia mentale con le carte

è disponibile il nuovo libro che abbiamo pubblicato in lingua italiana “Magia mentale con le carte” di Jean Hugard.

Questo è un corso di magia mentale con l’ausilio delle carte. Non è semplicemente una selezione di effetti, ma ogni capitolo spiega un principio su cui si basano vari giochi.
Imparerai a forzare carte, a usare il principio della carta chiave, a segnare le carte e a preordinare i mazzi. Capirai il principio dello specchio e come usare codici verbali o visivi, con l’aiuto di assistenti e molto altro.
Viene anche illustrato un esempio di routine completa con le cose da dire e come comportarsi.
Hugard è conosciuto per il suo eccellente stile di scrittura, che risulta chiara, accurata e coinvolgente.

magia mentale con le carte

Questi gli argomenti trattati:
INTRO – L’importanza della capacità di intrattenere il pubblico
CAP 1 – Principio della forzatura del pensiero
CAP 2 – Principio della carta chiave
CAP 3 – Il principio di marcatura con unghia o puntina
CAP 4 – Il principio del mazzo pre-ordinato
CAP 5 – Vari modi di presentazione del principio One Way Deck
CAP 6 – Effetti con l’uso di un assistente come Medium
CAP 7 – Codici per la lettura mentale con le carte
CAP 8 – Mazzi da forzatura
CAP 9 – Il principio della carta segnata
CAP 10- L’impressione o Metodo Carbone
CAP 11- Il principio dello specchio
CAP 12- Una predizione
CAP 13- Gioco del Bridge Telepatico

Qui puoi scaricare il sommario del libro e alcune pagine d’esempio del suo contenuto:
sommario_magia_mentale_con_le_carte.pdf 158 Kb
esempio_magia_mentale_con_le_carte.pdf 207 Kb

Qui la scheda completa:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=12369

Nuovo libro 202 Metodi per Forzature di Theodore Annemann

di Paolo

202 metodi per forzature

appena arrivato fresco fresco di stampa un libro utilissimo per tutti i prestigiatori:

202 Metodi per Forzature di Theodore Annemann

Nello svolgimento del mio lavoro in ambito professionale ho avuto bisogno spesso di una buona forzatura, e lì sull’attimo mi è stato difficile — se non impossibile — pensare al metodo più adatto alle condizioni nelle quali stavo lavorando. So anche che questa è una situazione nella quale ogni professionista si è trovato, e proprio per questo so bene quanto sarà utile questa raccolta.
Theodore Annemann

202 metodi per forzature

Annemann è stato un genio nel suo campo e non solo a parere nostro; qualunque testo che parli di lui riporta questa attestazione e molti avvenimenti della sua breve vita lo classificano indubbiamente come tale.
Per il breve periodo in cui la sua stella brillò, Theo Annemann fu maniacalmente perfetto in tutte le situazioni magiche che affrontava e, da professionista ferrato quale è stato, egli conosceva perfettamente tutti gli attrezzi del suo mestiere esistenti all’epoca, gli apparati magici, le mosse (le famose sleights) e le tecniche adottate.
Mr. Ioso

202 metodi per forzature

Questi gli argomenti trattati:
forzature con le carte;
mazzi truccati per forzare;
forzature con i numeri;
forzature varie;
bonus – la 203ma forzatura.

Pagine 140
Formato: 15 cm x 21 cm
Brossura cucita filo refe
68 foto b/n

202 metodi per forzature

Qui puoi scaricare il sommario del libro e le prime pagine:
sommario202metodi.pdf 106 Kb
pagine202metodi.pdf 385 Kb

Qui la scheda completa:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?cPath=261&products_id=11568&sort=1a

Nuovo libro Truccabimbi e Facepaiting 2 di Silvia Vitali

di Paolo

Altri 30 trucchi sul viso nuovi, facili e di grande impatto visivo per tutte le occasioni, spiegati passo passo con 150 fotografie a colori.

La carta patinata ne esalta i colori.

Le pagine in formato A5, ossia 15 cm x 21 cm, rendono molto pratico il trasporto del libretto e il suo utilizzo sui tavolini per truccatori.

Questi i 30 trucchi presentati, ciascuno con 5 foto a colori con i passaggi e il volto finale:

Apetta
Elefantino
Coniglietto
Orsacchiotto
Gufetto
Pappagallo
Aquila
Arcobaleno
Farfalla
Farfalle Colorate
Mascherina Principessa
Collana
Mascherina Fiori
Mascherina Glitter
Mascherina Pizzo Nera
Mascherina Pizzo Bianco
Cinesina
Rose Rosse
Streghetta
Dalmata
Tigre Bianca
Mascherina Dinosauro
Capitan America
Wolverine
Superman
Ironman
Hulk
Drago Verde
Mummia
Frankenstein / Teschio

64 pagine, formato A5 (15 cm x 21 cm), rilegato con punti metallici, 150 foto a colori, carta patinata, copertina plastificata opaca.

Chi è Silvia Vitali:
Diplomata nel 2002 in “Trucco Fotografico, Moda, Sposa” presso la Scuola Gilcagnè / Beauty Academy; è truccatrice professionista di Face & Body Painting.

Questi i commenti dei partecipanti ai workshop realizzati presso Mondo Troll con Silvia Vitali sul Face Painting :
– Favoloso!!!
– Molto bello
– Molto interessante, ha valorizzato una parte sconosciuta di me. Da ripetere. Silvia Bravissima!!
– Molto bello!!! Grazie. Disponibile e professionale.
– Utile e chiarificatore su alcune tecniche per me autodidatte.
– Mi è piaciuta molto, paziente ed esaustiva.
– Sono soddisfatta, bravi tutti! Bella organizzazione.
– Grazie: bravura e simpatia.
– Face paint molto interessante e bello. Tutto molto bene, bravi!
– Mi è piaciuto molto. Non avendo mai truccato prima non credevo di riuscire a fare quello che abbiamo fatto in una sola giornata!!! – – Complimenti per la scelta dell’insegnante! E’ bravissima, ti incoraggia ed è positiva; trasmette calma e lascia che ciascuno lavori con il proprio ritmo
– E’ disponibile e professionale.
– Bello, brava Silvia sei forte! E paziente!
– Bene L’organizzazione, L’insegnante e i compagni di avventura!
– Interessante ed utile per capire le tecniche di base per i truccabimbi
– Molto coinvolgente
– Personale gentile, insegnante professionale e brava, massima disponibilità in tutto.
– Molto interessante, professionale e professionalizzante.
– Veramente interessante e coinvolgente, sono riuscita ad imparare tecnice a me sconosciute.
– Fantastico!!
– Completo, semplice e immediato. Brava e professionale.
– Utile, insegnante gentilissima che dà molti consigli.
– Non immaginavo di essere in grado di truccare. Meravigliosa la maestra.
– Davvero una bella esperienza il fatto di poter vedere da vicino la mano di una professionista del settore.
– Il workshop è stato interessante, coinvolgente e divertente grazie al clima disteso. Molto preparata e gentile.

Qui la scheda completa del libro:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?cPath=261&products_id=11489&sort=1a

Nuovo libro Evangelizzare con la fantasia Gospel Magic

di Paolo

È finalmente disponibile il libro di Suor Linda Frola: Evangelizzare con la Fantasia. È un testo dedicato alla Gospel Magic, probabilmente uno dei primi in Italia. Pubblicato da Troll Libri.

9 capitoli, decine di giochi magici utilizzati per spiegare passi del Vangelo. Routine complete spiegate passo passo con 112 chiari disegni e foto a colori.

134 Pagine – Formato A4: 21 cm x 29,7 cm – Brossura cucita filo refe

“…C’è questo prezioso libro, nel quale Linda ha raccolto, come un’ape operosa, il nettare delle sue esperienze, dei suoi spettacoli, dei suoi incontri quotidiani con i bambini.
Nella prima parte Linda ha elaborato tutto l’originale percorso di ricerca compiuto per trovare sostegno alla sua intuizione sul valore del gioco per la fede; un’intuizione che si basa su un assunto: che la fede è gioia, e che quindi il gioco ne è un corollario indispensabile.
La seconda parte permette invece di entrare nel vivo del cammino di evangelizzazione compiuto da Linda attraverso il gioco: in questa parte Sorella fantasia entra nel vivo dei suoi racconti, in molti casi parabole del vangelo, li svela, ci aiuta, se vogliamo a poterli replicare. Sono solo una parte del suo repertorio, ma ne rappresentano l’essenza…”
– Massimo Orlandi

“…Concretamente, narrando e animando il Vangelo, vorrei offrire un forte stimolo affinché il bambino o colui che ascolta, si identifichi con le emozioni e le esperienze dei personaggi del racconto, così da permettergli di formulare ipotesi conclusive e positive per affrontare la vita nella fede. Permettergli, ancora, di scoprire quale debba essere l’idea principale che regola le relazioni interumane e il mondo, scoprire il senso della vita. Scoprire che nella vita esistono lo smarrimento, il dolore e la morte, e che il Vangelo però apre alla speranza, all’amore, alla giustizia perché rivela un volto: quello di Dio. Con grande emozione assisto non poche volte, durante l’animazione, alla lacrima di un adulto o alla stupenda esclamazione di un bambino: troppo buono, riferito a Dio. Mi sembra che ciò che è conosciuto e appreso dal bambino, in questo clima di attivazione dell’immaginazione e dalla fantasia, di affetti, di risonanze emotive, in questo clima relazionale magico di scoperte e ritrovamenti, rimane impresso nella mente in maniera del tutto speciale. Ne ho fatta più volte la prova chiedendo ai bambini di disegnare o raccontare ciò che avevano appreso. Con mia grande sorpresa, e conferma, in nessun disegno e in nessuna narrazione veniva messo in evidenza il gioco magico ma, al contrario, emergeva il chiaro messaggio evangelico in tutta la sua genuinità…” – Suor Linda Frola


Questi gli argomenti trattati:

PARTE PRIMA – I FONDAMENTI
– Capitolo I – L’urgenza di far conoscere Dio
La chiesa, l’evangelizzazione, la catechesi e l’educazione
Appello alla fantasia degli uomini di buona volontà
– Capitolo II – Il mondo dei bambini
Potenzialità dell’immaginazione creativa
– Capitolo III – Raccontare Dio
Il mondo della narrazione e la sua realtà simbolica
Ti racconto Dio
– Capitolo IV – La Gospel Magic
Un alfabeto creativo per comunicare il Vangelo
Evangelizzazione e gioco magico

PARTE SECONDA – GIOCHI PER ANNUNCIARE LA FEDE
– Capitolo V – Giochi con foulard
Paura speranza
Il bene e il male
Parola e amore
La condivisione
La solidarietà
– Capitolo VI – Giochi con sacco scambio
I valori della vita
La superbia e l’umiltà
Cosa porti nel cuore e nella mente
Peccato e perdono
– Capitolo VII – Giochi con le corde
Il filo rosso dell’ amore
La forza unitiva dell’amore
Siamo una cosa sola
– Capitolo VIII – Giochi con palline di spugna
L’egoismo bruciato
Cuore di Dio e cuore dell’uomo
– Capitolo IX – Giochi con attrezzi vari
Il libro della vita
Il tubo delle priorità
La magia del cuore
La verità del Vangelo
Il semaforo della verità
Aprirsi all’ amore di Dio
La testimonianza
La forza e il coraggio dei bambini
La fiducia, felicità per l’ uomo
Un buon pensiero per te

PARTE TERZA – LE PARABOLE RACCONTATE CON IL GIOCO MAGICO
Il buon samaritano
Il lievito
La cruna dell’ ago
La dracma smarrita
La perla preziosa
Il buon pastore e la pecorella smarrita
Il povero Lazzaro e il ricco epulone
Le due case: casa sulla roccia e sulla sabbia
Parabole del regno: il granello di senape e il seme che cresce
Il padre misericordioso
Parabola del seminatore
Parabola dei talenti
Il grano e la zizzania
La parabola dell’ultimo posto

Qui puoi scaricare il sommario del libro e un estratto di alcune pagine:
sommario-evangelizzare.pdf 221 Kb
pagine-evangelizzare.pdf 1,7 Mb

Qui la scheda del libro nel catalogo Mondo Troll:

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=11469

Il libro Mentalismo Pratico di Annemann finalmente disponibile in Italiano

di Paolo

Questo libro ha un valore eccezionale. Se lo leggerai attentamente, anche tra le righe, scoprirai dove il mentalismo è stato, dove si trova ora e dove andrà…
…Se sei interessato a intraprendere lo studio del mentalismo, questo libro è il punto di partenza da cui iniziare.

Max Maven

Ho acquistato la mia prima copia del lavoro di Annemann circa 37 anni fa. Da allora, ho sempre tenuto una copia del libro sottomano. Penso che ora probabilmente conosco la maggior parte a memoria, ma lo sfoglio ancora frequentemente
Bob Cassidy

Mentalismo Pratico è considerato uno dei testi fondamentali del mentalismo ed è ideale per chi vuole studiare seriamente questa affascinante arte.
La lettura e la trasmissione del pensiero, la chiaroveggenza, le routines con i bigliettini, i messaggi che appaiono sulle lavagne, il mentalismo con le carte e le monete, la trasmissione segreta di informazioni tramite codici e altri effetti psichici straordinari, sono tra i trucchi più impressionanti del repertorio di ogni mentalista. Il loro potere di stupire il pubblico non ha eguali nel campo delle esibizioni magiche.
Questo testo è ricchissimo di dettagli. La chiarezza e la vastità della collezione, insieme con la profonda conoscenza dell’autore riguardante le necessità dell’artista durante l’esibizione, lo rende prezioso per appassionati di ogni livello di esperienza.

Sono descritte più di 193 routine di mentalismo di cui 58 create da Annemann e le restanti contribuite da 50 famosi mentalisti, pubblicate nell’arco di un quasi un decennio nella rivista The Jinx.

518 pagine, centinaia di disegni b/n, 193 routine complete, 12 capitoli con i settori fondamentali del mentalismo, formato 15×21 cm, brossura rilegato cucitura refe.

Questi i capitoli del libro:

– effetti con biglietti e palline di carta;
– effetti pubblicitari;
– vivo o morto;
– test con i libri (book test);
– predizione del pensiero – la storia dell’indice tascabile;
– capolavori di mentalismo – miscellanea;
– necromanzia con le buste;
– miracolose routine per lavagna;
– mentalismo con i soldi;
– lettura bendata;
– mentalismo con le carte;
– codici medianici.

Qui puoi scaricare il sommario del libro e le prime 21 pagine:
sommariomentalismo.pdf 238 Kb
paginementalismo.pdf 762 Kb

Qui la recensione completa di Max Maven (in fondo alla scheda):

http://mondotroll.it/catalog/product_info.php?products_id=11418